Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il Pubblico del Castello dei Pico. Indagine sui Visitatori del Centro Espositivo della Mirandola

La comunicazione pubblica della cultura e delle arti è la base su cui è costruito lo studio esposto in questo lavoro. La partecipazione ad un evento culturale, nella fattispecie un centro espositivo che ospita mostre sia temporanee sia permanenti, presuppone diverse tipologie di comunicazione: tra l’ente e il pubblico affluente e tra l’esposizione e il pubblico. La ricerca è approfondita da due studi su campo: un'indagine etnografica per conoscere la tipologia di visitatori e un'indagine "spaziale" per valutare come questi si muovano all'interno dello spazio espositivo

Mostra/Nascondi contenuto.
5 INTRODUZIONE - Il pubblico del Castello dei Pico. - Indagine sui visitatori del centro espositivo della Mirandola. La comunicazione pubblica della cultura e delle arti è la base su cui è costruito lo studio esposto in questo lavoro. La partecipazione ad un evento culturale, nella fattispecie un centro espositivo che ospita mostre sia temporanee sia permanenti, presuppone diverse tipologie di comunicazione: tra l‟ente e il pubblico affluente e tra l‟esposizione e il pubblico. Nei successivi capitoli si analizzeranno questi livelli di informazioni, attraverso studi di campo, quali una ricerca etnografica e una ricerca di osservazione spaziale. Questi strumenti, come si chiarirà nella prima parte del testo, permettono di valutare i gradi di comunicazione che si realizzano nell‟allestimento di un evento. Un certo tipo di informazione, che si può definire “di primo grado” ha portato il visitatore al Castello di Mirandola; indipendentemente dal fine di visitare il monumento o la mostra temporanea “maestri della fotografia italiana del „900”, sapere della sua esistenza lo ha attratto. Bisognerà cercare, quindi, di capire come questo avvenga e attraverso quali canali. Una volta ricostruiti i percorsi che portano visitatori a Mirandola, si potrà studiare ed attuare una strategia di comunicazione mirata ad espandere il raggio di destinazione del centro culturale. Lo strumento utilizzato a questo scopo è la Parte 1 del questionario proposto ai visitatori del Castello dei Pico (Cfr.. Appendice, Fig. 14 – Questionario, pagina 1, fino alla domanda 5). Importante al fine di comprendere chi siano (socio-demograficamente parlando) i visitatori che intervengono alle esposizioni e come ne siano venuti a conoscenza. Una volta appreso questo tipo di informazioni è possibile basare su di esse strategie di visibilità dell‟ente.

Laurea liv.I

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Francesca Perondi Contatta »

Composta da 97 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 169 click dal 10/06/2011.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.