Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Profili giuridici della sicurezza informatica

Tracciare un profilo degli avvenimenti e delle “rivoluzioni” del secolo appena concluso non è un compito semplice, per complessità e dimensioni degli eventi ma indubbiamente il ritmo frenetico imposto dall’evoluzione tecnologico informatica ha stravolto, in tutti i campi, i canoni classici imponendosi sulla scena di fine millennio come la terza grande rivoluzione dell’era moderna. Ogni settore è stato toccato, in vario modo e in diversa misura dall’informatica e gli sviluppi sempre crescenti del versante tecnologico, per quel che riguarda l’ambito giuridico, aprono nuove materie di confronto per gli studiosi del diritto e per il diritto stesso nella corsa –rincorsa all’adeguamento coi tempi anche in una ottica di salvaguardia e tutela delle nuove tecnologie in quanto espressione della personalità e dell’agire umano. Se solo qualche anno fa un liceale maturando poteva fantasticare su potenze di calcolo, telecomunicazioni globali e frontiere virtuali, oggi studente accademico si trova a familiarizzare con suddette “nuove” risorse e da futuro operatore del diritto affronterà i problemi relativi ai nuovi scenari che si profilano all’orizzonte.
Questa sempre più viva globalizzazione rilancia un nuovo diritto a carattere meta-nazionale a cui si da il nome di lex mercatoria la cui complessità’ è legata a molteplici fattori derivanti sia dalle regole di commercio internazionale sia dall’intrecciarsi dei vari sistemi informatici utilizzati. Si assiste quindi ad un uso sempre più pronunciato di forme di pagamento quali carte di credito e moneta virtuale rendendo il profilo degli acquisti “on line” sempre più attraente quanto problematico per la sua trattazione.
Al consolidato sganciamento della moneta dalla sua materialità ’oggi si affianca il tema dello sganciamento , nel rapporto contrattuale, dei contraenti dalla loro fisicità come si è sempre stati abituati a intenderla, essendo ormai possibile stipulare contratti con un “click”del mouse su Internet o addirittura via telefono cellulare grazie al nuovo standard WAP. Quanto sin qui detto rende molto attraente uno studio dei rapporti contrattuali in ambito di E-commerce , reso ancor più attuale per i profili riguardanti la privacy e, ultimamente a gran voce, la sicurezza “informatica” non essendo più possibile una automatica applicazione dei vecchi principi codicistici, collegata alla sovente oscurità o mancanza di disposizioni legislative di integrazione ed aggiornamento.

Mostra/Nascondi contenuto.
3 Introduzione Tracciare un profilo degli avvenimenti e delle “rivoluzioni” del secolo appena concluso non è un compito semplice, per complessità e dimensioni degli eventi ma indubbiamente il ritmo frenetico imposto dall’evoluzione tecnologico informatica 1 ha stravolto, in tutti i campi, i canoni classici imponendosi sulla scena di fine millennio come la terza grande rivoluzione dell’era moderna 2 . Ogni settore è stato toccato, in vario modo e in diversa misura dall’informatica e gli sviluppi sempre crescenti del versante tecnologico, per quel che riguarda l’ambito giuridico, aprono nuove materie di confronto per gli studiosi del diritto e per il diritto stesso nella corsa –rincorsa all’adeguamento coi tempi anche in una ottica di salvaguardia e tutela delle nuove tecnologie in quanto espressione della personalità e dell’agire umano 3 . Se solo qualche anno fa un liceale maturando poteva fantasticare su potenze di calcolo, telecomunicazioni globali e frontiere virtuali, oggi studente accademico si trova a familiarizzare con suddette “nuove” risorse e da futuro operatore del diritto affronterà i problemi relativi ai nuovi scenari che si profilano all’orizzonte. 1 Vedi N. Negroponte, Essere digitali, Milano, 1995, dove viene messa in evidenza il tasso di crescita e l'irreversibilità dell'ingresso dei computer nella nostra vita quotidiana, prendendo in esame l'esempio statunitense. 2 Vedi G. Giacobbe, Problemi civilistici dell’era informatica, in Diritto dell’informazione e dell’informatica, 1986. 3 Vedi G.Pica, Diritto penale delle tecnologie informatiche, Utet, 1999.

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Federico Salerno Contatta »

Composta da 169 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4297 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 13 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.