Skip to content

Progetto di una diga a gravità massiccia sul fiume Tevere

Informazioni tesi

  Autore: Andrea Bettin
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2009-10
  Università: Università degli Studi Roma Tre
  Facoltà: Ingegneria
  Corso: Ingegneria Civile
  Relatore: Elena Volpi
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 127

La presente tesi di laurea sviluppa il progetto di un invaso artificiale lungo il medio corso del fiume Tevere, realizzato per mezzo di una diga a gravità massiccia, destinato alla regolazione idrologica del corso d’acqua al fine di utilizzarne la portata da esso derivata per la produzione di energia idroelettrica.
Il lavoro inizia dall’inquadramento del sito scelto per la realizzazione del lago, studiando la possibilità di regolazione del corso d’acqua determinando: la curva caratteristica dell'invaso, la curva integrale dei deflussi, l'evaporazione, il deflusso minimo vitale e la curva integrale degli accumuli ai fini della scelta della legge di erogazione.
Successivamente è stato sviluppato il progetto della diga, attraverso le fasi di dimensionamento e verifica della sezione di massima altezza. Sono state perciò analizzate le azioni agenti sulla diga ed è stato effettuato il dimensionamento del triangolo fondamentale, del franco e del franco netto e poi le verifiche di stabilità allo scorrimento e di resistenza.
In seguito è stata determinata la portata di piena che può interessare il corso d’acqua alla sezione di sbarramento, assumendo un tempo di ritorno di 1.000 anni, attraverso alcune formule empiriche ed i metodi della portata indice e della regressione dei quantili.
In ultimo, sulla base di questa portata, sono state progettate le opere di scarico delle piene: lo sfioratore superficiale, il canale di gronda, il canale fugatore (o scivolo) e la vasca di dissipazione.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
Capitolo 1: Introduzione 5 Capitolo 1 INTRODUZIONE Generalità La costruzione di dighe è uno dei più antichi e importanti problemi concernenti l’ingegneria civile. Tutte le maggiori civiltà del passato hanno affrontato il problema della costruzione di riserve d’acqua, inizialmente per soddisfare la domanda irrigua dovuta allo sviluppo dell’agricoltura, e le civiltà che riuscirono a raggiungere buoni livelli di ingegneria idraulica ottennero un superiore potere economico. Con il progresso le riserve d’acqua furono necessarie non solo per lo scopo irriguo, ma anche per l’approvvigionamento idrico di città di dimensioni sempre maggiori, per la costruzione di vie d’acqua navigabili, per l’uso industriale ed infine per la produzione di energia elettrica. La prosperità, la salute ed il progresso delle civiltà divennero sempre più strettamente legati alla capacità di immagazzinare e governare le risorse idriche; in effetti la costruzione di invasi artificiali rappresenta uno dei maggiori investimenti in infrastrutture in ogni nazione. Le dighe si possono dividere per tipologia in dighe di materiali sciolti e in dighe murarie, le prime numericamente prevalenti sulle seconde, per ragioni tecniche ed economiche, essendo accreditate di costituire l’85-90% di tutte le dighe costruite nel mondo. La diga più alta è attualmente la diga di Rogun in Tagikistan, in terra e pietrame, con un altezza di 335 m, l’invaso artificiale di maggiore capacità è quello di Kakhovskaya in Ucraina, il cui sbarramento è realizzato in parte in terra ed in parte in calcestruzzo, con una capacità di 182 km³, mentre la diga che produce annualmente più energia idroelettrica è la diga di Itaipù tra Brasile e Paraguay, in parte in terra ed in parte in calcestruzzo, con i suoi 91,6 TWh prodotti nel 2009.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

opere di scarico
portata di progetto
sfioratore superficiale
canale di gronda
diga a gravità
portata di piena
metodo della portata indice
diga
vasca di dissipazione
regolazione di un fiume
metodo della regressione dei quantili
canale fugatore
scivolo
legge di erogazione
curva integrale degli accumuli
calcolo deflusso minimo vitale
calcolo evaporazione
verifica diga a gravità
dimensionamento del franco
dimensionamento triangolo fondamentale
progetto diga a gravità
curva integrale dei deflussi
curva caratteristica dell'invaso
regolazione idrologica

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi