Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Scomposizione di portafogli finanziari e replica attraverso Exchange Traded Funds

Il titolo della presente tesi di laurea, “Scomposizione di portafogli finanziari e replica attraverso Exchange Traded Funds”, oltre che a fornirne la sintesi dei contenuti, vuole indirizzare l’investitore moderno verso un nuovo concetto di investimento.
Per assolvere tale scopo, il lavoro viene suddiviso in quattro capitoli, i quali, partendo dalle nozioni di base della Teoria del Mercato dei Capitali, introducono gli innovativi strumenti finanziari a gestione passiva in tutte le loro peculiarità, per poi utilizzarli nella costruzione di portafogli finanziari efficienti. Il punto successivo, e sicuramente il più interessante, è rappresentato dal meccanismo che consente di replicare, in termini di rischio-rendimento, portafogli reali composti da Fondi Comuni di Investimento.

Con questo lavoro si desidera dimostrare la superiorità dei portafogli costruiti con Exchange Traded Funds rispetto a quelli composti dai tradizionali Fondi Comuni di investimento. Dal momento che tali fondi indicizzati si caratterizzano per il fatto di avere numerosi punti di forza, è lecito attendersi che il loro utilizzo per l’implementazione di strategie di lungo termine, renda i portafogli molto più snelli, efficienti e, di conseguenza, maggiormente remunerativi.

Mostra/Nascondi contenuto.
1 IL MODELLO DI SELEZIONE DEL PORTAFOGLIO SECONDO LA TEORIA DEL MERCATO DEI CAPITALI Premessa Il presente capitolo ha lo scopo di illustrare la Moderna Teoria di Portafoglio attraverso l’analisi dei più importanti studi condotti in materia. Il lavoro è stato impostato introducendo i concetti di rischio e di rendimento, per poi passare alla descrizione della relazione fondamentale che li lega. Il secondo paragrafo ha l’obbiettivo di presentare il modello di Markowitz che sta alla base della teoria del mercato dei capitali, mentre nella terza parte vengono forniti i passaggi dell’evoluzione di tale modello, che si concludono con la rappresentazione concettuale del Capital Asset Pricing Model. In ultimo viene illustrato brevemente il modello multifattoriale di Ross (APT), considerata la più valida alternativa al CAPM per la determinazione dei rendimenti attesi dei titoli. 1.1 Il trade-off rischio rendimento La relazione esistente tra rischio e rendimento assume un ruolo di estrema importanza nella scelta degli investimenti finanziari. Tale trade-off è stato dimostrato da svariate ricerche empiriche 1 , basate su rilevazioni di dati storici di medio/lungo periodo, le quali hanno confermato che ad un maggior livello di rischio 2 corrisponde un più elevato rendimento. 1 A tal proposito si veda SHARPE W. F., COOPER G. M. (1972), Risk-Return Classes of Nyse Common Stocks 1931-1967, Financial Analysts Journal, March-April; FAMA E., MACBETH J. (1973), Risk, Return and Equilibrium: Empirical Tests, Journal of Political Economy, May-June.

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Economia

Autore: Danilo Tommasini Contatta »

Composta da 104 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1646 click dal 03/06/2011.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.