Skip to content

La rappresentazione della Grecia nel cinema

Informazioni tesi

  Autore: Marika Laganà
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2008-09
  Università: Libera Università di Lingue e Comunicazione (IULM)
  Facoltà: Scienze della Comunicazione
  Corso: Scienze del turismo
  Relatore: Roberto Provenzano
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 112

La tesi sviluppa un percorso attraverso i film che sono stati girati in Grecia per spiegare e descrivere questa nazione ed eventualmente per dare lo spunto per nuovi percorsi turistici.

Promuovere il territorio tramite i media è la chiave del successo per sviluppare il turismo in maniera alternativa: proporre itinerari che ripercorrono le tappe dei film, che mostrano degli angoli, dei particolari magari non significativi a livello estetico ma importanti per il ricordo, la sensazione a cui rimandano, la stessa provata durante la proiezione del film; è un modo per unire la passione per il cinema a quella per i viaggi, per creare itinerari insoliti per gli avventurosi, i romantici, i raffinati, gli amanti del fantasy e per ogni occasione.
I "movie tour" alla scoperta dei luoghi e della cultura e del territorio, che hanno fatto da sfondo ai film sono un nuovo sistema commerciale di proporre luoghi e culture. Un altro vantaggio è che i produttori ed addetti ai lavori del cinema potranno, attraverso l’incontro con gli enti locali, non solo scegliere le "location" che meglio si adattano a fare da sfondo alla loro prossima opera, ma soprattutto valutare tra le varie candidature, le condizioni più vantaggiose per la accoglienza della la troupe, la sistemazione logistica del set ed infine la realizzazione dell’opera audiovisiva.
L’obiettivo è dunque di creare cultura attraverso il cinema, l’industria culturale più riconosciuta e apprezzata al mondo, e favorire lo sviluppo economico di un territorio. Il paesaggio greco si presta perfettamente a questa attività, perché nelle sue mille sfaccettature risulta essere sempre e comunque un luogo che ti fa sognare ad occhi aperti.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
4 CAPITOLO 1: INTRODUZIONE ALLA GRECIA 1.1 Prefazione: l’immagine della Grecia “E un’armonia suonò tutto quel mare, e l’isole l’udiano e il continente, Sebbene nØ vate mai nØ arguta corda di lidia cantatrice a quel fatale Suono die’ legge e nome” così la Grecia è descritta nel Commento alla Chioma di Berenice, 1803, di Ugo Foscolo. L’immagine della Grecia che si deduce dai libri, da siti, dalle guide è un’immagine un po’ stereotipata, rappresentata da un luogo talvolta brullo, tal altra ricco di una vegetazione di tipo mediterraneo, circondata da molti rilievi e acque cristalline. Popolato da capre e contadini che svolgono una vita rurale legata alle tradizioni, usi e costumi; una società dove gli uomini si ritrovano a bere ouzo nei bar e le donne a svolgere le faccende di casa. Un paese dove dietro ogni angolo è possibile scorgere qualche vecchietta che indossa ancora gli abiti locali. La Grecia è un territorio che è stato investito letteralmente dall’orda dei turisti; i monumenti dell' antichità classica, gli scavi archeologici, il mare cristallino con le splendide spiagge e le tradizioni folkloristiche, attraggono periodicamente persone da tutto il mondo. Oggi però un nuovo tipo di turismo si è sviluppato soprattutto nelle isole: il turismo giovane basato per lo piø sul divertimento, il mare e il sesso. Molte località rinomate come Mikonos, Ios o Santorini sono invase ogni anno da moltissimi giovani alla ricerca di tutto ciò che solo in vacanza è possibile trovare: la spensieratezza e la libertà di fare ciò che si vuole. I film girati in Grecia sono rilevanti non tanto per il loro risultato estetico quanto perchØ mettono in luce i diversi punti di vista con cui si può guardare questo territorio: da un punto di vista storico in film come Mediterraneo (id., 1991, Gabriele Salvatoress) o Captain Corelli’s mandolin (Il mandolino del capitano Corelli, 2001, John Madden) in cui le vicende sono sempre accompagnate dalla presenza della guerra che viene percepita piuttosto che vissuta; da un punto di vista completamente diverso ovvero come la vedrebbe e la vivrebbe un giovane alla ricerca del suo futuro come in Dillo con parole mie (2002, Daniele Luchetti) o Che ne sarà di noi (id., 2004, Giovanni Veronesi). Altri film come Mia eoniotita kai mia mera ( L’eternità e un giorno, 1998, Theo Anghelopoulos) mostrano una faccia piø nascosta e misteriosa della Grecia, una realtà poco diffusa e conosciuta; altri ancora come Zorba the Greek (Zorba il greco, 1964, Michael Cacoyannis) celebrano maggiormente lo stereotipo diffuso della Grecia ovvero una terra fatta di tradizioni e costumi, di una popolazione

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi