Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Applicazione comparata di metodologie per l'analisi sismica di strutture esistenti in cemento armato

Lo studio descritto nel presente lavoro nasce dall’esigenza di determinare la resistenza sismica degli edifici esistenti in cemento armato progettati per sole azioni gravitazionali, problema sempre più importante nel panorama nazionale ed internazionale, utilizzando le nuove metodologie di valutazione previste nelle normative italiane ed europee.

Mostra/Nascondi contenuto.
      Obiettivo e contenuti della tesi  La  gran  parte  del  patrimonio  edilizio  nazionale  è  costituito  da edifici  progettati e costruiti in tempi antecedenti la pubblicazione delle prime norme  tecniche  di  progettazione  recanti  esplicite  direttive  di  protezione  sismica  (Legge del 2 Febbraio,1974). Quindi la maggior parte di essi è stata progettata  per  “soli  carichi  verticali”  e  non  tengono  conto  della  pericolosità  sismica  del  sito  di  costruzione;  pertanto  la  valutazione  della  resistenza  sismica  e  l’adeguamento  di  tali  edifici  risulta  di  fondamentale  importanza  per  la  mitigazione  del  rischio  sismico.  Tale  valutazione  richiede  procedure  significativamente diverse rispetto a quelle adottate per la pr ogettazione  di  edifici  nuovi,  principalmente  per  le  incertezze  relative  all’individuazione  dell’organismo  strutturale  resistente, alla stima delle proprietà dei materiali  in‐situ, all’identificazione dei dettagli costruttivi.  Il grande interesse verso la tutela del patrimonio costruito ha introdotto  n e l l a  p i ù  r e c e n t e  n o r m a t i v a  u n  c a p i t o l o  d e d i c a t o  a g l i  “ e d i f i c i  esistenti”  e  quindi  ai  criteri  per  valutarne  la  vulnerabilità  sismica  e  per  definire  gli  interventi  (D.M.  14/01/2008).  Naturalmente  il  comportamento  di  una  struttura durante un sisma dipende, oltre che dall’azione sismica, anche dalle  caratteristiche  della  struttura  stessa  ossia  dalla  corretta  impostazione  progettuale,  dalla  tipologia  strutturale,  dai  dettagli  strutturali  e  dalla  buona  esecuzione.  Le  più  importanti  normative  antisismiche  nazionali  ed  internazionali  prevedono  l’utilizzo  di  quattro  metodologie  di  analisi  atte  a  verificare  che  la  risposta  strutturale,  durante  un  evento  sismico,  non  superi  un  certo  valore  limite.  Tali  metodi  risultano  caratterizzati  da  complessità  e  precisione 

Tesi di Laurea

Facoltà: Ingegneria

Autore: Luigino Cannella Contatta »

Composta da 343 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 935 click dal 08/06/2011.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.