Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

S.R.L. La partecipazione del socio attraverso l'assemblea e gli altri metodi di formazione delle decisioni: riflessi sulla redazione dello statuto.

Questa trattazione ha lo scopo di mettere in luce, in considerazione della riforma del Diritto delle Società , gli aspetti decisionali della partecipazione del socio di una Società a Responsabilità Limitata .
In primis la disamina tratterà degli aspetti in generale della Società, per caratterizzare, poi, quelli peculiari della società a responsabilità limitata. Superata la fase, puramente, "nozionistica" introduttiva sulle Società e messa a fuoco la S.r.l., nel secondo e terzo capitolo la trattazione si dedicherà alla partecipazione del socio nelle decisioni fisiologiche della società.
Il secondo capitolo si occuperà di delineare i contorni delle materie assegnate alla competenza dei soci che individuano procedure extrassembleari di determinazione della volontà sociale e, in special modo, maggiore attenzione sarà dedicata alla "provocatio ad populum". Questa particolare procedura, che determina un ampliamento delle competenze decisionali spettanti ai soci attraverso una sollecitazione, su specifici argomenti, provocata da uno o più amministratori o da tanti soci che rappresentano almeno un terzo del capitale sociale, sarà messa in collegamento con la disciplina negoziale dei diritti particolari assegnati ai soci e ne saranno evidenziati gli aspetti problematici relativi alla possibile e contemporanea presenza, degli stessi istituti, all'interno dell'assetto societario.
Il terzo capitolo focalizzerà l'attenzione sulle modalità di attuazione della volontà sociale, analizzando sia le procedure "canoniche" assembleari (art. 2479 bis c.c.), che quelle, più innovative, extrassembleari (art. 2479, comma 3, c.c.), quali la consultazione e il consenso espressi per iscritto. La trattazione avrà modo di evidenziare le problematiche legate sia alla differenziazione dei due modelli extrassembleari, sia alla formazione del consenso in forma non assembleare riguardanti l'informativa "pre-decisionale" e i quorum deliberativi; e ancora le problematiche in tema di formazione delle decisioni dei soci tramite adunanza assembleare con riguardo ai soggetti legittimati alla convocazione e alle regole di funzionamento dell'assise. Breve cenno, poi, sarà dedicato all'assemblea totalitaria e, infine, si darà conto dell'ammissibilità dell'assemblea in videoconferenza e della possibilità del cosiddetto voto per corrispondenza.
Il quarto capitolo sarà rivolto all'analisi della disciplina patologica delle decisioni e al superamento delle generali categorie della nullità e annullabilità a favore di quella dell’invalidità, come impugnabilità delle decisioni dei soci. Si tratterà, quindi, delle impugnabilità limitate oggettivamente e soggettivamente e di quelle limitate solo oggettivamente , sarà, poi, affrontato il problema relativo al rinvio alla disciplina di S.p.a. operato dall'art. 2479 ter, ultimo comma, c.c.
Questa esposizione si concluderà, nel quinto capitolo, con una disamina della disciplina notarile sulla redazione dello statuto sociale e sue modificazioni, sulla disciplina notarile di controllo e sull’iscrizione della società nel registro delle imprese, evidenziando tutte quelle problematiche relative alla possibile violazione del dato normativo contenuto nell'articolo 28 della legge notarile, stella polare della responsabilità del notaio.
Risvolto pratico del lavoro vuole essere quello di fornire, attraverso un’adeguata conoscenza della disciplina della S.r.l., tutti quegli strumenti necessari per una corretta "trasposizione", maggiormente aderente e "tuziore", degli interessi dei soci nella costituzione di una società a responsabilità limitata. A corollario di quest'ultimo aspetto, in appendice, è stato inserito un esempio redazionale di atto pubblico notarile di costituzione di S.r.l. allo scopo di "fotografare" il risultato cui si può addivenire dall'intera esposizione teorica della trattazione svolta.

Mostra/Nascondi contenuto.
1 I Capitolo LE SOCIETA’ : CARATTERI GENERALI Sommario: 1.1 LA NOZIONE DI SOCIETA’ – 1.2 I DIVERSI TIPI SOCIALI – 1.3 LA SOCIETA’ A RESPONSABILITA’ LIMITATA ANTE RIFORMA – 1.4 LA “NUOVA” S.R.L. 1.1 LA NOZIONE DI SOCIETA’ In passato, nel Codice Civile la definizione di Società era contemplata all'articolo 2247 con la rubrica «Nozione», questo articolo affermava: «con il contratto di società due o più persone conferiscono beni o servizi per l'esercizio in comune di un'attività economica allo scopo di dividerne gli utili». Detta definizione è rimasta inalterata ma la rubrica dell'articolo è stata modificata in «Contratto di società» 4 , ponendo l'accento su un tipo di modalità di costituzione del rapporto sociale, il quale può originarsi anche da atti unilaterali o da atti che sono espressione di eteronomia, come provvedimenti legislativi o amministrativi. L'articolo 2247 c.c. descrive quelli che sono gli elementi caratterizzanti il fenomeno societario: - i conferimenti di beni o servizi che costituiscono il Patrimonio sociale; - l'esercizio in comune di un'attività economica; - lo scopo della ripartizione degli utili. Questi tre elementi individuano una società e la contraddistinguono da figure affini quali la comunione di mero godimento, la comunione d'azienda, l'associazione in partecipazione, la fondazione e il consorzio. All'interno della nozione generale di società, propria dell'articolo 2247 c.c., il Legislatore ha disciplinato vari tipi di società con caratteristiche peculiari create per meglio rispondere alle esigenze dei soci. 4 La rubrica dell'articolo 2247 c.c. è stata modificata dall'art. 1 del D. Legislativo 3 marzo 1993, n. 88

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Domenico Rega Contatta »

Composta da 157 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1523 click dal 07/06/2011.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.