Skip to content

Kamisama no Pazuru - Traduzione e analisi

Informazioni tesi

  Autore: Elisa Gazzola
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2008-09
  Università: Università degli Studi Ca' Foscari di Venezia
  Facoltà: Lingue e Letterature Straniere
  Corso: Lingue e Civiltà Orientali
  Relatore: Roberta Maria Novielli
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 131

Nel 2008, nonostante l’economia giapponese sembrasse essere prostrata, l’industria cinematografica nazionale fioriva. Uscirono infatti in sala 418 film giapponesi che conquistarono il 59,5% della quota di mercato annuale, con sette titoli su dieci campioni d’incassi al botteghino.
Il mercato nazionale era vasto, e il pubblico potenziale abbastanza ricco da potersi permettere biglietti di ingresso piuttosto elevati (fino a 1.800 yen, circa 13 euro), e l’incasso che se ne ricavava, per la maggioranza delle pellicole, superava ampiamente il budget medio investito in questo tipo di film commerciali; quindi, pur tenendo conto dei costi di pubblicità e promozione, gli introiti superavano i costi. La recente crisi mondiale ha scosso non poco l’economia giapponese che basata sull’esportazione, e non ha risparmiato del tutto neanche questo modello orientato verso il mercato interno. Nonostante tutto ciò, i cineasti giapponesi non si limitano ormai a realizzare prodotti stereotipati basati su elementi ben collaudati. Al contrario, sembra che i film giapponesi siano invece oggi più ricchi di elementi avventurosi per quel che riguarda il soggetto, lo stile e il trattamento, di quanto non lo sia la controparte occidentale. Infatti, numerose pellicole giapponesi, dai film diretti per il grande pubblico di Miike Takashi alle commedie a “budget zero” di Kawasaki Minoru, sono considerate anzi anticonvenzionali e bizzarre. Il regista che si è rivelato più prolifico in questo senso e più nel presentare delle alternative è Miike Takashi, regista che ha esordito nei primi anni Novanta realizzando prevalentemente film sugli yakuza per il mercato home video. Uno di questi film, è “Kamisama no Pazuru” (titolo internazionale God’s Puzzle di cui ho realizzato la traduzione dei dialoghi e la sceneggiatura desunta).”Kamisama no Pazuru” è stato realizzato nel 2008: tratto dall’omonimo romanzo best seller di Kimoto Shinji, all’apparenza può sembrare un banale film di fantascienza di serie B, ma a un occhio attento può rivelare ben più profonde tematiche. Scopo di questa tesi, infatti, è quello di dimostrare come anche in un film poco considerato dalla critica, e appartenente a un genere quello fantascientifico, abbastanza diverso da quelli in cui il regista si è tradizionalmente cimentato,sia possibile ritrovare molte delle tematiche care al regista, che si temeva avrebbe ormai trascurato. Il lavoro procederà iniziando da una veloce esplorazione della carriera di Miike Takashi, passando ad analizzare più nel dettaglio le tematiche care al regista, per identificarle infine nel film selezionato per questa tesi.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
null 80 null CAPITOLO 1nullMIIKE TAKASHI “È un canto. Il cinema di Miike Takashi è coerente fin dalla sua prima opera. Egli continua a cantare la medesima canzone” Shiota Tokitoshi 1.1 Miike Takashi Miike Takashi è nato a Osaka nel 1960 nel distretto di Kawachi dove è cresciuto, area abitata prevalentemente dalla classe operaia dell’epoca. La disomogeneità multiculturale di questa classe contrastava nettamente con la tipica immagine che si ha del Giappone come società compatta di salarymen. Suo padre era un saldatore e sua madre una ricamatrice. Quella della carriera di regista non è stata la sua prima scelta nella vita; Miike era un grande appassionato di pachinko, motociclette e musica rock; desiderava diventare un cantante. Dopo il diploma di scuola superiore l’aspirazione di Miike non era certo quella di trovare un lavoro a tempo pieno; così decise che il miglior modo per andarsene di casa senza fare nulla e guadagnare tempo era iscriversi alla Yokohama Eiga Senmon Gakkō (Scuola di Cinema e Televisione di Yokohama) scuola che smise di frequentare dopo il primo anno di lezioni. Un giorno, mentre gli altri studenti erano tutti impegnati nella realizzazione della loro tesi, un dipendente della scuola fu contattato da un ex studente che lavorava come aiuto regista per un film molto impegnativo, chiedendogli se conoscesse qualche studente disposto a dare una mano per una paga minima. Iniziarono così gli anni di apprendistato di Miike Takashi. 1 1 DARIO TOMASI, Anime perdute il cinema di Miike Takashi, il castoro, Torino,2006, p.174

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

miike takashi
kamisama no pazuru
traduzione
cinema giapponese
giappone
sceneggiatura
film

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi