Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Comportamento vegeto-produttivo di diverse varietà di albicocco e nashi in Andalusia

In Andalusia quasi l’80% della superficie agricola è occupata da tre colture: olivo per un 49%, grano per un 21% e girasole con un 9% della superficie agricola utile (SAU). Si può, quindi, affermare che si è di fronte ad una situazione di oligocoltura o addirittura, in alcune aree, di monocoltura del solo olivo.
Questa situazione è abbastanza pericolosa a causa della ridotta capacità di risposta al mutare delle situazioni, come per esempio a seguito di cambiamenti della politica agraria, della domanda, di condizioni agronomiche o ambientali.
Per ridurre questo rischio, si sta incentivando la diversificazione produttiva in modo che gli agricoltori possano disporre di alternative, o meglio di colture complementari a quelle tradizionali. Questo potrebbe incrementare i redditi e rappresentare un incentivo allo sviluppo rurale nell’intera regione.
In campo frutticolo la diversificazione si sta realizzando soprattutto attraverso un progetto che prevede lo studio dell’adattamento agronomico di diverse varietà di frutta nella provincia di Córdoba.
Lo scopo di questo lavoro di tesi, svolto durante il periodo di Erasmus nella città di Cordoba, è quello di analizzare il comportamento vegeto-produttivo dell'albicocco e del nashi; due specie arborre che potenzialmente possono adattarsi alle condizioni climatich della zona.

Mostra/Nascondi contenuto.
1 1. INTRODUZIONE E OBIETTIVI Nella provincia di Cordoba quasi l‟80% della superficie agricola è occupata da tre colture: olivo per un 49%, grano per un 21% e girasole con un 9% della superficie agricola utile (SAU). Per questo possiamo affermare che ci troviamo di fronte ad una situazione di oligocoltura o addirittura, in alcune aree, di monocoltura del solo olivo. Questa situazione è abbastanza pericolosa a causa della ridotta capacità di risposta al mutare delle situazioni, come per esempio a seguito di cambiamenti della politica agraria, della domanda, di condizioni agronomiche o ambientali. Per ridurre questo rischio, si sta incentivando la diversificazione produttiva in modo che gli agricoltori possano disporre di alternative, o meglio di colture complementari a quelle tradizionali. Questo potrebbe incrementare i redditi e rappresentare un incentivo allo sviluppo rurale nell‟intera provincia. In campo frutticolo la diversificazione si sta realizzando soprattutto attraverso un progetto che coinvolge gli Enti Diputación de Córdoba, Universidad de Córdoba, Mancomunidades de municipios del alto Guadalquivir, del valle del Guadiato, del Guadajoz-campiña, del Guadalquivir e Comunità del Guadalmellato e de Villafranca de Córdoba. Il progetto prevede lo studio dell‟adattamento agronomico di diverse varietà di frutta nella provincia di Córdoba. Parallelamente si sta procedendo alla diffusione dei risultati agli agricoltori, chiudendo in questa forma il ciclo ricerca-diffusione-sviluppo. L‟albicocco e il nashi sono due piante che si adattano molto bene alle condizioni ambientali della zona, ma nonostante ciò, non si coltivano per niente nella provincia; commercialmente è maggiore il potenziale dell‟albicocco poiché è più conosciuto dal consumatore, anche se non sono assolutamente da scartare i vantaggi derivanti da un frutto, come il nashi, che può essere considerato esotico in Spagna.

Laurea liv.I

Facoltà: Agraria

Autore: Riccardo Forleo Contatta »

Composta da 77 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 422 click dal 14/06/2011.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.