Skip to content

Internet e i motori di ricerca

Informazioni tesi

  Autore: Giovanni Paolo Nanula
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 1999-00
  Università: Università degli Studi di Bari
  Facoltà: Scienze Politiche
  Corso: Scienze Politiche
  Relatore: Nico Perrone
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 49

Questa tesi analizza il fenomeno Internet e i motori di ricerca.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
per motore di ricerca s'intende qualsiasi sistema informatico che permette il recupero delle informazioni contenute in un database, ed il termine è precedente all'avvento di Internet; è questo il caso per esempio dei sistemi di ricerca per il recupero delle informazioni dei produttori di CD-ROM. Ma qui ci vogliamo occupare soltanto dei motori di ricerca, gratuiti, sviluppati per la ricerca delle informazioni in Internet Per la sopravvivenza della rete quale strumento di libera espressione e comunicazione è necessario sviluppare metodi per orientarsi nel caos. I problemi da risolvere sono principalmente due: trovare le informazioni che interessano e valutarne la natura. L'anarchia e l'assenza di controlli sono chiaramente la ricchezza della rete e ne fanno un insostituibile strumento di democrazia. Rischiano però di avere l'effetto opposto. Ci sono due modi per nascondere un'informazione, censurarla o annegarla in un'infinità di altre informazioni. La libertà di espressione può essere salvaguardata solo se ci sono dei modi per orientarsi in questo mare. Il diritto alla parola non è una manifestazione di libertà se non c'è un parallelo diritto all'ascolto, cioè se non si può scegliere cosa sentire. Per non essere sopraffatti dalla marea montante di voci che parlano è necessario sviluppare strumenti che permettano di sintonizzarsi sulle voci che ci interessano. Abbiamo inventato la radio, adesso dobbiamo inventare la manopola della sintonia. In caso contrario dobbiamo limitarci ad ascoltare un solo canale. Fuor di metafora, se non si dispone di strumenti di selezione dell'informazione diventa obbligatorio, per necessità pratiche (tempo e risorse limitate) e cognitive (senso di disorientamento) ricorrere ad autorità, come i portali, che mi garantiscano l'accesso ad un numero limitato ma significativo di risorse. Internet non è una biblioteca, anche se spesso vi viene paragonata. Una biblioteca contiene una collezione di documenti limitata, stabile, catalogata e controllata. • Limitata perché lo spazio fisico di una biblioteca, per quanto grande è finito. • Stabile perché in genere i documenti vengono conservati nel tempo, e anche quando vengono eliminati questo avviene secondo procedure fisse e pubbliche, quindi controllate e controllabili (ad esempio i quotidiani possono venire conservati per un periodo di tempo limitato). • Catalogata perché ogni documento è indicizzato secondo procedure standard, che permettono di fare ricerche secondo vari parametri (autore, soggetto, titolo, ecc.). • Controllate perché i documenti non vengono acquistati a caso, ma selezionati da operatori umani secondo criteri di qualità e di appropriatezza. Oltre all'acquisto è controllato anche l'accesso, per cui determinate categorie di documenti possono essere proibite a determinate categorie di utenti per i motivi più diversi (p.e. fragilità dei materiali, immoralità o pericolosità politica dei contenuti). • Ultimo, ma non meno importante, in una biblioteca ci sono i bibliotecari, cui ci si può sempre rivolgere in cerca di aiuto. Internet è il contrario di tutto questo. Le risorse che contiene sono: • Illimitate, anche se non infinite. Sono sicuramente una quantità finita, di cui però nessuno conosce i limiti precisi. • Instabili, perché ne vengono continuamente aggiunte di nuove mentre altre vengono eliminate, senza obbedire ad alcuna procedura pubblica. • Non catalogate, perché il fatto che un documento sia messo in rete non implica assolutamente che sia indicizzato e catalogato. E anche quando questo avviene non c'è un unico standard. • Incontrollate perché chiunque può mettere in rete ciò che vuole senza alcun filtro o censura, e chiunque può accedere a qualsiasi cosa (il problema più frequente è evitare che i bambini accedano a materiale pornografico). • E, per ultimo, se avete un problema, non avete nessuno che vi possa aiutare. Per questo la Bash contrappone alla metafora della biblioteca quella del centro commerciale terremotato. I problemi per l'utente sono due: trovare ciò che sta cercando, ed evitare ciò che non vuole vedere. La prima questione si scompone in due livelli: sapere dove sono le informazioni e valutarne la natura e l'affidabilità. Il secondo consiste nel regolare l'accesso ad alcune risorse da parte di alcune categorie di utenti. Entrambi i punti coinvolgono questioni di autorità. Valutare la natura e l'affidabilità di un documento significa stabilirne l'autorevolezza, che nel mondo a stampa è connessa con quella dell'autore e dell'editore. Limitare l'accesso a determinate risorse, e soprattutto decidere cosa è proibito, è pure una questione d'autorità. Se vogliamo che la rete resti uno strumento di libera espressione è necessario risolvere queste difficoltà. O qualcuno le risolverà per noi. Il quesito non è se serva un'autorità, ma se la sua gestione possa essere distribuita equamente fra

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi