Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

L'efficienza energetica degli edifici residenziali

Nel primo capitolo della tesi sono descritte e analizzate le tecniche, i materiali e gli impianti disponibili oggi nel campo della riqualificazione energetica degli edifici. Vengono prese in considerazione le tecnologie applicabili all'involucro edilizio, nella componente opaca e trasparente (rispettivamente i muri e le finestre), e i sistemi di riscaldamento, raffrescamento e produzione di acqua calda sanitaria; per ognuna di queste sono messe in evidenza le possibili applicazioni, le tecniche di realizzazione, i vantaggi, le criticità, e dove possibile gli aspetti economici e ambientali dell'eventuale applicazione. Il secondo capitolo analizza l'iter normativo che dalla direttiva 2002/91/CE arriva al recepimento nella legislazione italiana con la legge n. 192/2005 e relativi decreti attuativi. In questa parte ampio spazio è dedicato a due degli strumenti più importanti per l'attuazione della normativa: la certificazione energetica degli edifici e il sistema d’incentivi messo in piedi con la legge Finanziaria del 2007 dal governo Prodi. Nello stesso capitolo si approfondisce anche l'aspetto federale della legislazione, con una panoramica sull'attuale stato di recepimento della normativa in materia d’efficienza energetica degli edifici in tutte le Regioni d'Italia.
L'ultimo capitolo della tesi invece è dedicato ad un'analisi sperimentale con l'obiettivo di capire quali sono i margini di miglioramento che la riqualificazione energetica può offrire in un contesto urbano come la città di Roma. Viene realizzata sottoponendo due edifici-tipo, rappresentativi di tipologie architettoniche ante e post i primi regolamenti sull'efficienza energetica degli anni '70, a vari interventi migliorativi, monitorandone i progressi attraverso la certificazione energetica dell'immobile, e svolgendo un'analisi economica degli investimenti realizzabili.
L’analisi di un edificio realmente esistente, infine, sarà utile per mostrare le potenzialità della tecnologia solare applicata agli edifici residenziali in termini di efficienza energetica.
Oltre alle considerazioni tecnologiche ed economiche sugli interventi in questione, si analizzerà anche la potenzialità strategica della certificazione energetica degli edifici, uno strumento che dovrebbe riuscire ad orientare il mercato delle abitazioni dando valore economico all'intangibile efficienza energetica delle case.

Mostra/Nascondi contenuto.
1 INTRODUZIONE La questione energetica è da sempre, in ogni era ed in ogni luogo, strettamente connessa alle attività umane. Dalla disponibilità e dalla capacità di utilizzare energia, infatti, dipendono le opportunità di crescita e di sviluppo economico e sociale delle popolazioni, le quali da sempre sono impegnate a contendersene l'approvvigionamento e la possibilità di sfruttamento. Le crisi petrolifere che investirono il mondo negli anni settanta dimostrarono allora la fragilità dei sistemi produttivi che dipendevano fortemente dalle importazioni di materie prime energetiche, la spirale inflazionistica abbattutasi sul prezzo del greggio fino al 2007, portando il prezzo del barile a sfiorare i 150$, ne ha confermato oggi la sua attualità. La forte volatilità dei prezzi e la dipendenza dalle importazioni hanno posto la questione energetica all'ordine del giorno nelle agende dei governi degli Stati della Comunità Europea, chiamati a collaborare sullo scacchiere geopolitico internazionale per garantirsi l'accesso alle risorse in un mercato che non penalizzi la competitività delle proprie imprese. Accanto ai problemi legati all'approvvigionamento vi è il tema della sostenibilità ambientale legata al loro utilizzo, soprattutto per quanto riguarda le materie prime energetiche fossili come il petrolio e il carbone. I rapporti di valutazione periodicamente diffusi dall'IPCC (Intergovernmental Panel on Climate Change), l’organo delle Nazioni Unite che studia il riscaldamento globale ed i cambiamenti climatici, hanno sempre posto l'accento sulla necessità di ridurre le emissioni di gas effetto serra e la loro concentrazione nell'atmosfera, ritenuti la causa del forte innalzamento di temperatura rilevato negli ultimi decenni sul pianeta. Per prevenire conseguenze catastrofiche ed irreversibili sul clima, si deve sicuramente procedere ad una profonda rivalutazione del sistema energetico mondiale e una rapida trasformazione verso approvvigionamenti energetici a basso contenuto

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Economia

Autore: Luca Refrigeri Contatta »

Composta da 247 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 7283 click dal 15/06/2011.

 

Consultata integralmente 3 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.