Skip to content

Chi bussa alla Sublime Porta. Migranti di Transito in Turchia: politiche migratorie e di cittadinanza nella sala d'aspetto d'Europa.

Informazioni tesi

  Autore: Chiara Maritato
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2009-10
  Università: Università degli Studi di Torino
  Facoltà: Scienze Politiche
  Corso: Relazioni internazionali
  Relatore: Tiziana Caponio
  Lingua: Francese
  Num. pagine: 177

A la frontière de l’Europe et point de transit de routes migratoires internationales, la Turquie est aujourd’hui de plus en plus confrontée avec l’Européisation des sa politique migratoire. Les matières objet de négociations concernent pourtant des aspects de la souveraineté nationale comme le droit d’asile, la citoyenneté et le contrôle des frontières. La mise en place des reformes visant à l’harmonisation des normatives nationales à celles européennes est pourtant liée à un autre aspect important : la conditionnalité résultante de la candidature à l’UE. Si au sujet du contrôle des frontières, ainsi que de la lutte contre l’immigration irrégulière la coopération est désormais entamée, à l’égard du droit d’asile et de l’acquisition de la citoyenneté des aspects demeurent dans l’impasse.
******************************
Alla frontiera con l’Europa e punto di transito di rotte migratorie internazionali, la Turchia si trova oggi sempre più esposta ad una Europeizzazione della sua politica migratoria. Le materie oggetto di negoziati riguardano aspetti importanti della sovranità nazionale come il diritto d’asilo, la cittadinanza e il controllo delle frontiere. Le riforme volte ad uniformare le norme nazionali a quelle europee sono tuttavia da iscriversi nel quadro della candidatura all’UE. Se è possibile riscontrare una cooperazione ormai in atto sul piano delle frontiere e della lotta all’immigrazione clandestina, altri aspetti come il diritto d’asilo e l’acquisizione della cittadinanza restano al centro delle negoziazioni.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
8 Introduction Pour la première fois depuis sa création en 2004, Frontex, l'agence européenne chargée de la gestion des frontières extérieures, a financé et organisé un vol « charter ». Le 28 septembre 2010 1 , 56 ressortissants géorgiens, arrêtés en Pologne, France, Autriche et Allemagne, ont embarqué à Varsovie, siège de Frontex, à bord d'un avion à destination de Tbilissi, la capitale géorgienne. En 2011, l'agence, dont le budget pour la période 2008- 2013 est d’environ 676 millions d'euros 2 , devrait organiser et financer entre trente et quarante « vols groupés » par lesquels des migrants entrés illégalement dans les frontières de l'UE seront rapatriés vers leurs pays d'origine. Ces rapatriements soulagent les capitales européennes qui n'ont plus à « porter le fardeau », selon l'expression de Gil Arias Fernandez, directeur adjoint de Frontex. Autre avantage de ces opérations est liée au fait que, lorsqu’il s'agit de convaincre un pays d'accueillir ses ressortissants, parler au nom de l'Union européenne a « plus de poids » que de le faire au nom de différents Etats. L’actualité de ce premier rapatriement que nous pouvons qualifier d’ « européen », nous permet de comprendre les efforts vers une communautarisation de la politique migratoire, ainsi que la volonté des Etats membres de gérer la lutte contre l’immigration irrégulière sous le drapeau de l’Union Européenne. La coopération au niveau européen en matière de migrations est devenue de plus en plus déterminante, à cause d’une prise de conscience de l’ampleur du phénomène d’une part et de ses conséquences dans la redéfinition des mesures concernant les politiques d’immigration européennes de l’autre. Les politiques ont ainsi été reformulées à travers une optique qui va de l’harmonisation à la sécurisation de l’affaire migratoire et qui se focalise dans un premier temps sur la lutte à l’immigration irrégulière. Le traité d’Amsterdam en 1999 a ainsi ouvert la route à une coopération intergouvernementale plus articulée qui a favori une majeure influence de l’intégration européenne sur les politiques des Etats membres en matière d’immigration, asile, visas et contrôle des frontières. En considérant un Etat non membre, mais candidat, tel que la Turquie, cette modification peut être analysée encore mieux en l’écrivant à l’intérieur du projet d’accession et des plans mises en place pour l’adhésion à l’Union. 1 Article de Le Monde paru sur le site web de Presseurope le 4octobre 2010 : http://www.presseurop.eu/fr/content/news-brief/351821-premier-rapatriement-collectif-de-lue. 2 Données consultés sur le site web de l’agence Frontex : http://www.frontex.europa.eu/budget_and_finance/.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

politiche migratorie
ue
migrazioni
turchia
diritto di asilo
unione europea
politique migratoire
union européenne
migrations
droit d’asile
turquie

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi