Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La comunicazione pubblicitaria diventa social, la pubblicità borderline.

In poco meno di dieci anni i social network hanno conosciuto un enorme successo, raggiungendo miliardi di utenti globali e modificandone radicalmente la quotidianità. Il Social Network ha, quindi, rivoluzionato le regole della comunicazione on-line, diventando un social media, uno strumento capace di contenere un elevato numero di utenti, ma anche di suddividerli per specifiche categorie (aree geografiche, impiego, istruzione, sesso ecc.) attirando l’attenzione di marketing e di advertising. Considerando il grande successo ottenuto in pochi anni, e il vasto numero di utenti raggiunti, il Social Network si delinea come mezzo mediatico del futuro, ma esso può essere utilizzato e sfruttato anche da aziende che si collocano in categorie settoriali sensibili a forme di restrizione legale, che veicolano una comunicazione giovane e veloce, adatta alla media degli utenti del Social Network: si tratta per lo più di giovani e giovanissimi.
Come tentativo di approfondimento di questo tema nasce la tesi che si svilupperà nei prossimi capitoli, che illustreranno le potenzialità del nuovo mezzo di comunicazione, le leggi che regolano la comunicazione pubblicitaria on-line, e le nuove strategie per l’attività di Social Networking per il controllo del target a cui la comunicazione è indirizzata, inoltre, a supporto della tesi verranno presentati casi, degni di nota, di comunicazione borderline all’interno del Social Network, e un Case history di particolare rilevanza, come la comunicazione della Brand Identity di un importante Brand internazionale di articoli per fumatori.

Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione Trenta miliardi 1 . È la quantità di link, post e foto che vengono pubblicate su Facebook 2 ogni mese. Il social network nasce dall’esigenza di essere in contatto e condividere i propri pensieri con la rete sociale. I primi esperimenti in materia risalgono alla tarda metà degli anni novanta quando un paio di studenti della Cornell 3 si accingevano a lanciare la loro invenzione: “theglobe.com”. Il network non ha goduto di popolarità, ma ha gettato le basi del Social Network odierno, ha dato agli utenti la libertà di personalizzare le proprie esperienze attraverso la pubblicazione on-line di contenuti e l’interazione con altre persone. Il decennio successivo vede la nascita dei tre principali social network del momento: MySpace, creato nel 2003 da Chris DeWolf e Tom Anderson, Facebook, fondato dal ventenne Mark Zuckerberg con l’obiettivo di riunire in un’unica rete gli studenti di Harvard e, infine, Twitter istituito nel 2006, ha raggiunto il successo nel 2007. In poco meno di dieci anni i social network hanno conosciuto un enorme successo, raggiungendo miliardi di utenti globali e modificandone radicalmente la quotidianità. Il grande 1 Dati tratti da Il Sole24Ore del 20/01/11, inserto nòva. 2 Uno dei maggiori Social Network mondiali, insieme a MySpace e Twitter. 3 Cornell University Department of Computer Science (Ithaca, New York).

Laurea liv.I

Facoltà: Tecnica Pubblicitaria

Autore: Monica Pesaresi Contatta »

Composta da 97 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 9370 click dal 28/06/2011.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.