Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Analisi energetica di una struttura attraverso il confronto di tre programmi di calcolo: TRNSYS, TAS, DOCET

Lo studio consiste nel valutare il comportamento di tre programmi di calcolo per quanto concerne il calcolo dei carichi termici richiesti da un edificio collocato in tre diverse località dell'Italia, in particolare Bolzano, Roma e Palermo. Il fine ultimo dello studio è quello di valutare eventuali differenze di calcolo con particolare attenzione a quella che è la certificazione energetica degli edifici.
I tre software analizzati sono TRNSYS, TAS, DOCET.

Mostra/Nascondi contenuto.
1. Introduzione 1 1. Introduzione Il problema della scarsità delle risorse energetiche ha portato nel tempo ad adottare una politica di risparmio energetico. Il condizionamento degli edifici al fine di mantenere al suo interno le condizioni termo igrometriche ottimali è sicuramente uno di quei settori in cui la richiesta energetica risulta essere significativa. Per avviare una politica di risparmio energetico nel suddetto settore, si è intervenuti nel corso degli anni con la stesura di leggi e norme che regolassero l’utilizzo degli impianto di condizionamento, sia in termini di efficienza energetica che in termini di giorni l’anno di utilizzo. Ad oggi si è giunti a classificare gli edifici con delle targhe energetiche, le quali illustrano la quantità di energia richiesta dall’edificio nel corso dell’anno per mantenere al suo interno determinate condizioni ambientali di confort. Il fine ultimo della classificazione energetica è quello di favorire la costruzioni di edifici ad elevata efficienza energetica, sfruttando le tecnologie disponibili. Utilizzando un tipo di classificazione a classi, la qualità dell’ efficienza energetica di un edificio è relativa, ovvero un edificio di classe B è migliore di tutti gli edifici di classe C e peggiore di tutti quelli di classe A. Di conseguenza i metodi per effettuare la classificazione energetica sono stati standardizzati, al fine di garantire un procedimento comune che potesse permettere un confronto tra i risultati ottenuti da diversi certificatori. Il processo di calcolo dei carichi termici richiesti da un edificio viene effettuato utilizzando dei programmi di calcolo, i quali elaborano i dati in maniera differente, in quanto i parametri di cui tener conto sono molteplici. Come è stato precedentemente detto, i valori ottenuti da un processo di classificazione energetica dovrebbero essere confrontabili, di conseguenza il problema del confronto dei risultati diventa un problema di confronto dei risultati ottenuti con i diversi software disponibili sul mercato. La legislazione vigente suggerisce l’utilizzo del software Docet Pro 2010 per la classificazione energetica degli edifici.

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Ingegneria

Autore: Giuseppe Molinaro Contatta »

Composta da 187 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1527 click dal 19/07/2011.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.