Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Studio delle proprietà dinamico-meccaniche di nanocompositi polimerici

Scopo della tesi è di valutare quali effetti possano avere le idrotalciti sul comportamento dinamico-meccanico dei nanocompositi e capire quali sostituenti organici influenzino maggiormente tali proprietà. A tal fine sono stati preparati nanocompositi polimerici tramite intercalazione da fuso e sono state studiate due tipologie di prove dinamico-meccaniche. Allo stato attuale, infatti, non sono stati ancora eseguiti studi specifici sui comportamenti dinamo-meccanici di nanocompositi polimerici caricati con idrotalciti, ma solamente caratterizzazioni termiche e strutturali. La tesi propone uno studio sulla possibilità di migliorare il comportamento dinamico-meccanico dei materiali applicato a due tipi di polimero amorfo (polietilenvinilacetato EVA e polistirene PS) utilizzando come cariche sei tipologie di idrotalciti differenti raggruppabili in tre classi a seconda del sostituente organico utilizzato (stearato, oleato, dodecilsolfato) o in due se il criterio di scelta si basa sulla struttura (magnesio Mg o zinco Zn ). Per cercare di garantire la ripetibilità dei risultati, la medesima prova è effettuata su 3 campioni diversi dello stesso materiale: in questo modo si riescono a limitare le imperfezioni dovute alla natura del campione e le curve di materiali diversi sono confrontabili con maggior precisione, presentando come unici errori non valutabili quello relativo allo strumento e quello relativo al montaggio del campione, il quale è più o meno costante in quanto effettuato sempre dallo stesso operatore. Oltre all’analisi dinamico-meccanica, sono stati eseguiti studi sulle proprietà strutturali dei nanocompositi mediante XRD e SEM, e sul comportamento termico tramite TGA.

Mostra/Nascondi contenuto.
Capitolo 1: Introduzione Molinari Andrea - Ingegneria delle Materie Plastiche – Anno Accademico 2008/2009 - 1 - 14 1. Introduzione 1.1 Scopo dell’attività Scopo della tesi è di valutare quali effetti possano avere le idrotalciti sul comportamento dinamico-meccanico dei nanocompositi e capire quali sostituenti organici influenzino maggiormente tali proprietà. A tal fine sono stati preparati nanocompositi polimerici tramite intercalazione da fuso e sono state studiate due tipologie di prove dinamico-meccaniche. Allo stato attuale, infatti, non sono stati ancora eseguiti studi specifici sui comportamenti dinamo-meccanici di nanocompositi polimerici caricati con idrotalciti, ma solamente caratterizzazioni termiche e strutturali. La tesi propone uno studio sulla possibilità di migliorare il comportamento dinamico- meccanico dei materiali applicato a due tipi di polimero amorfo (polietilenvinilacetato EVA e polistirene PS) utilizzando come cariche sei tipologie di idrotalciti differenti raggruppabili in tre classi a seconda del sostituente organico utilizzato (stearato, oleato, dodecilsolfato) o in due se il criterio di scelta si basa sulla struttura (magnesio Mg o zinco Zn ). Per cercare di garantire la ripetibilità dei risultati, la medesima prova è effettuata su 3 campioni diversi dello stesso materiale: in questo modo si riescono a limitare le imperfezioni dovute alla natura del campione e le curve di materiali diversi sono confrontabili con maggior precisione, presentando come unici errori non valutabili quello relativo allo strumento e quello relativo al montaggio del campione, il quale è più o meno costante in quanto effettuato sempre dallo stesso operatore. Oltre all’analisi dinamico-meccanica, sono stati eseguiti studi sulle proprietà strutturali dei nanocompositi mediante XRD e SEM, e sul comportamento termico tramite TGA.

Laurea liv.I

Facoltà: Ingegneria

Autore: Andrea Molinari Contatta »

Composta da 119 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 816 click dal 23/06/2011.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.