Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il Mineral Trioxide Aggregate: analisi chimico-fisica, batteriologica e applicazioni cliniche

L’endodonzia ha subito negli ultimi anni un’evoluzione straordinaria, dovuta all’utilizzazione di nuove tecnologie e all’introduzione di materiali sempre più sofisticati, adatti agli specifici obiettivi. Tecniche, materiali e strumenti innovativi hanno reso l’endodonzia più facile e sicura, offrendo la possibilità di realizzare terapie più semplici, veloci e di sicuro successo, risolvendo in maniera prevedibile situazioni prima considerate incurabili, o curabili solo chirurgicamente.
Lo scopo di questa tesi è quello di indagare le effettive rassomiglianze chimico fisiche tra un cemento Portland, dedicato specificamente all’edilizia, ed i cementi endodontici che sono classificati con il nome di MTA.

Mostra/Nascondi contenuto.
I. Introduzione 4 I. INTRODUZIONE L’endodonzia ha subito negli ultimi anni un’evoluzione straordinaria, dovuta all’utilizzazione di nuove tecnologie e all’introduzione di materiali sempre piø sofisticati, adatti agli specifici obiettivi. Tecniche, materiali e strumenti innovativi hanno reso l’endodonzia piø facile e sicura, offrendo la possibilità di realizzare terapie piø semplici, veloci e di sicuro successo, risolvendo in maniera prevedibile situazioni prima considerate incurabili, o curabili solo chirurgicamente. Come spesso accade nelle rapide evoluzioni, non sempre è facile avere una visione ampia e omogenea di tutti i concetti e delle innovazioni di cui si è divenuti improvvisamente beneficiari. Tuttavia bisogna ricordare che il successo endodontico non è solo il frutto della scelta di materiali, mezzi e tecniche, ma anche dell’abilità dell’operatore, della sua cultura e preparazione. Il Mineral Trioxide Aggregate o MTA, è un nuovo materiale sviluppato per l’endodonzia, che sembra rappresentare un significativo miglioramento rispetto ad altri materiali (per es. cementi a base di ossido di zinco ed eugenolo) da utilizzare in tutti quei casi ove sia impossibile ottenere un campo operatorio perfettamente asciutto. Il primo MTA è stato messo a punto nel 1993 da Torabinejad e collaboratori (Loma Linda University, California, USA; cf. Torabinejad et al., 1995; Torabinejad & Chivian, 1999; Schwartz et al., 1999 e bibliografia citata) ed approvato dalla Food and Drug Administration (FDA) nel 1998. E’ stato commercializzato (in Italia dal 2000) con il nome di Pro Root MTA (Dentsply Tulsa Dental, USA). Questo materiale è indicato per le riparazioni all’interno del canale radicolare (cf. Torabinejad, 1999). Essendo costituito di particelle

Tesi di Laurea

Facoltà: Medicina e Chirurgia

Autore: Lorenzo Comin Chiaramonti Contatta »

Composta da 113 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 681 click dal 21/06/2011.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.