Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Politiche migratorie in un paese di vecchia immigrazione e in uno di nuova. Francia e Italia a confronto

Schema dei punti trattati
Cap I
- Le migrazioni internazionali in un quadro storico
Cap II
- Il passato dell’immigrazione in Francia
- Alternanza delle politiche di apertura e di chiusura determinata: dal succedersi dei governi di destra e di sinistra, dalle contingenze economiche e da quelle demografiche
- Effetti delle politiche di chiusura: i sans papiers
Cap. IV
- L’Italia come paese d’emigrazione
- L’Italia come paese d’immigrazione: “storia” dell’immigrazione dal Medioevo nuovi tempi e nuovi spazi; “direzione” dei flussi al nord e al sud, conseguenze e sue interpretazioni, confutazione dell’interpretazione degli anni Ottanta; sviluppo dualistico
- Peculiarità dell’immigrazione italiana: cambiamento qualitativo (immigrazione più problematica e lontana) e quantitativo (concetto del “valore soglia”) ; immigrazione anni Novanta (mediterranea e islamica, gruppi presenti); immigrazione attuale (Nord Africa, Est Europeo; motivi d’ingresso: ricongiungimento familiare e lavoro)
- Inserimento nel mercato del lavoro: diff. anni Cinquanta Sessanta; sviluppo di nuovi fenomeni: terziarizzazione, sviluppo tecnologico e diffusione economia sommersa; complementarità/concorrenzialità; rapporto con la modernizzazione; rapporto tra mobilità internazionale e mobilità interna
- Tipi di mestieri svolti: lavoro dipendente, autonomo e “intermedio”
Cap V
- Il significato delle politiche migratorie
- Le politiche migratorie dei paesi di vecchia immigrazione
- Vuoto legislativo italiano, conseguenze sull’afflusso d’immigrati
- Le politiche abitative, sanitarie, d’istruzione: nelle leggi dell’86 e del ‘90, nella legge del 1998
- La partecipazione politica
- I rifugiati
Cap VI
- Ultimi trent’anni 3 eventi importanti: 1973 politiche di chiusura, 1989 fine del bipolarismo, 1992 Europa unita
- I trattati di Maastricht e di Schengen
- Analisi della situazione attuale europea: decremento demografico e immigrazione
- Politiche attuali: il Trattato di Amsterdam e il Vertice di Tampere
Conclusioni
- Punti in comune e differenze tra i due paesi
- Importanza delle politiche d’integrazione

Mostra/Nascondi contenuto.
5 Introduzione In questi ultimi trent’anni il fenomeno migratorio è stato caratterizzato da grandi cambiamenti, parallelamente a quelli della società industriale entrata in un nuovo periodo della sua evoluzione, quello postindustriale o postfordista, caratterizzato dalla crescita dei settori dell’economia informale, dall’espansione del terziario e dalla precarizzazione del lavoro. Si è giunti così ad un profondo cambiamento dei fattori attrattivi in quanto è fortemente diminuita la domanda di lavoro della grande industria dei paesi tradizionali mentre sono aumentati, nei paesi d’origine, i fattori espulsivi, costituiti da un insieme di motivi di carattere economico, politico, religioso e sociale. La società multietnica rappresenterà dunque tra qualche anno la regola, chi non riuscirà ad attuarla resterà indietro. Ci è sembrato interessante, per questo motivo, analizzare come si stanno preparando due importanti paesi europei, la Francia e l’Italia, anche se con storie profondamente diverse, a comprendere nello stato nazionale, sempre più minato alle sue basi, un numero sempre maggiore di stranieri e a realizzare una convivenza pacifica tra etnie diverse. Entrambi i paesi, il primo paese di vecchia immigrazione, il secondo di nuova, hanno avuto un ruolo importante nella storia delle migrazioni internazionali ma in due momenti diversi, il confronto tra essi servirà, allora, per comprendere le differenze e i lati in comune delle politiche migratorie. L'interesse del paragone è nato dalla constatazione che oggi, le migrazioni hanno assunto un ruolo fondamentale nello scenario mondiale, in particolar modo per quel che riguarda gli aspetti demografici ed economici. La Francia e l’Italia, pur nella loro

Tesi di Laurea

Facoltà: Sociologia

Autore: Manuela Fato Contatta »

Composta da 288 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 24159 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 52 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.