Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Profilassi igienica degli impianti dentali osseointegrati

La riabilitazione orale di tipo fisso mediante impianti osseointegrati nei pazienti totalmente o parzialmente edentuli è una tecnica che presenta follow-up ormai soddisfacenti nell'odontoiatria moderna. Molti Autori concordano nel sostenere che, se le procedure chirurgiche e protesiche sono state eseguite correttamente, il successo a lungo termine della terapia implantare risulta legato in ultima analisi, ad un controllo di placca ottimale. L'Autore, dopo aver esaminato la colonizzazione microbica del solco periimplantare e la formazione della placca periimplantare mette in rilievo gli effetti che essa ha sull'impianto dentale. Vengono in seguito elencate le procedure professionali e domiciliari da attuare durante la terapia di mantenimento della salute dei tessuti molli periimplantari, lo strumentario efficace e quello pericoloso, l'importanza della motivazione del paziente e della sua compliance.

Mostra/Nascondi contenuto.
3 INTRODUZIONE La riabilitazione orale di tipo fisso mediante impianti osseointegrati nei pazienti totalmente o parzialmente edentuli è una tecnica che presenta follow-up ormai soddisfacenti nell’odontoiatria moderna grazie all'evoluzione dei materiali e al miglioramento delle tecniche sia chirurgiche che protesiche. L’igienista dentale interviene nelle diverse fasi che portano alla riabilitazione del paziente, da quella preoperatoria fino a quella di mantenimento nel tempo della corretta igiene periimplantare. Molti Autori concordano nel sostenere che, se le procedure chirurgiche e protesiche sono state eseguite correttamente, il successo a lungo termine della terapia implantare risulta legato in ultima analisi, ad un controllo di placca ottimale, attuato mediante procedure sia domiciliari sia professionali (15). L’accumulo di placca batterica localizzata nel solco periimplantare sembra svolgere quindi un ruolo determinante nel fallimento della terapia inducendo i tessuti molli circostanti ad una risposta infiammatoria che, se trascurata, può evolvere in periimplantite (14,23).

Diploma di Laurea

Facoltà: Medicina e Chirurgia

Autore: Ines Puglisi Contatta »

Composta da 62 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 11137 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 57 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.