Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Marketing Esperinziale cross-country analisys. caso: L'Oréal in India, una cosmesi plasmata sulla diversità del mondo.

Oggetto del presente studio è il concetto di Marketing Esperienziale applicato ai diversi contesti culturali. Il marketing Esperienziale è una disciplina non basata esclusivamente su meri principi teorici, ma ben radicata nella quotidianità; basta sfogliare una rivista, per rendersi conto di come il concetto di esperienza e sensorialità siano diventati temi preponderanti nella realtà socio-economica attuale, e nelle ricerche correlate. Secondo Bernd Schmitt, principale teorico del tema in questione, il Marketing Esperienziale si basa sulla focalizzazione delle esperienze del cliente, e sull’individuazione delle corrispondenze fra un determinato brand, e l’azienda ad esso associata, allo stile di vita del fruitore/consumatore.
Sempre più imprese, in prevalenza statunitensi ma in misura sempre maggiore anche in altri contesti economici, stanno adottando ‘il sentimento e l’esperienza del consumo” come principale contenuto delle campagne promozionali. Lo studio in questione adatta i principi e le tecniche del marketing esperienziale con le esigenze di adattamento culturale al territorio. Partendo dalle teorie di G.Hofstede si crea un modello per l'analisi cross-culturale dei sensi. Caso pratico riportato: il mercato hair color L'Oréal in India. La contestualizzazione dei prodotti attraverso la contestualizzazione dei sensi. La tesi è correlata di review letteraria del tema in analisi e metodologie di rilevazione dei dati

Mostra/Nascondi contenuto.
6 CAPITOLO 1: MARKETING ESPERIENZIALE COME EVOLUZIONE NATURALE DEL MARKETING TRADIZIONALE Oggetto del presente studio è il concetto di Marketing Esperienziale, disciplina non basata esclusivamente su meri principi teorici, ma ben radicata nella quotidianità; basta sfogliare una rivista, o anche semplicemente passeggiare per la città, per rendersi conto di come il concetto di esperienza e sensorialità siano diventati temi preponderanti nella realtà socio-economica attuale, e nelle ricerche correlate. Secondo Bernd Schmitt, principale teorico del tema in questione, il Marketing Esperienziale si basa sulla focalizzazione delle esperienze del cliente 1 , e sull‟individuazione delle corrispondenze fra un determinato brand, e l‟azienda ad esso associata, allo stile di vita del fruitore/consumatore. Sempre più imprese, in prevalenza statunitensi ma in misura sempre maggiore anche in altri contesti economici, stanno adottando „il sentimento e l‟esperienza del consumo” come principale contenuto delle campagne promozionali. Fra gli esempi più recenti menzioniamo a titolo esemplificativo: la Coca-Cola, che nella campagna pubblicitaria svela la “ricetta della felicità”, oppure l‟acquario di Genova, presentato come un luogo dove emozionarsi e non più solo oasi faunistica riservata alle specie marine, o ancora i nuovi cellulari con tecnologia UMTS, che più semplici “telefonini” ma strumenti per stabilire un‟intensa relazione visiva, etc… Il concetto di esperienza del consumo non è nuovo, e può essere anzi considerato una evoluzione naturale dell‟idea di marketing tradizionale; si consideri a tal proposito la classica definizione di marketing inteso come “processo di pianificazione ed esecuzione delle attività di ideazione, attribuzione di prezzo, promozione e distribuzione delle idee, 1 L‟interesse del Marketing verso l‟esperienza di consumo risale agli studi compiuti negli anni ‟80 da Moris B. Holbrook ed Elizabeth C. Hirshman, come contrapposizione al modello cognitivo-comportamentale del Marketing tradizionale.

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Economia

Autore: Luly Dadusc Contatta »

Composta da 87 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 5250 click dal 24/06/2011.

 

Consultata integralmente 3 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.