Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La questione nazionalista irlandese: analisi del conflitto anglo-irlandese dall'occupazione britannica al processo di pacificazione attuale.

La questione nazionalista irlandese è stata, a partire dagli anni Settanta, al centro dell'attenzione internazionale nello studio dei fenomeni separatisti che hanno caratterizzato la seconda metà del XX secolo.Questa tesi si propone di analizzare come siano evoluti i rapporti anglo-irlandesi nel corso dei secoli passando da una semplice relazione di subordinazione colonia-madrepatria ad un graduale e lungo processo di emancipazione politica e culturale da parte dell'isola gaelica.
Il punto di vista adottato si basa sull'analisi dei principali eventi che hanno visto l'Irlanda protagonista di una lunga lotta per il riconoscimento della propria autonomia decisionale nelle questioni politiche oltre che, inevitabilmente, confessionali e culturali. Cercando di analizzare i numerosi tentativi da parte dell'isola di liberarsi dalla presenza britannica, ho provato a sviluppare una breve analisi storico-politica dell'esperienza nazionalista irlandese.
Questo lavoro suddivide la storia delle relazioni anglo-irlandesi a seconda del livello di autonomia decisionale del governo irlandese nei confronti della Corona nel corso dei secoli.
In ognuna delle tre parti ho cercato di esaminare l'evoluzione dei rapporti tra Gran Bretagna ed Irlanda, tenendo sempre ben presente la grande influenza culturale e sociale che la prima ha esercitato sulla seconda nel corso dei secoli, non solo in seguito all'imposizione militare della propria supremazia ma soprattutto in seguito ad una graduale e lenta assimilazione dei colonizzatori inglesi e scozzesi agli usi e costumi tradizionali irlandesi.
La parte centrale di questo lavoro riguarda un'analisi degli anni più violenti nella storia, i cosidetti Troubles irlandesi. A questi anni risale la formazione delle principali organizzazioni paramilitari. Segue una breve analisi del Sunningdale Agreement del 1974 tra i governi irlandese, nordirlandese e britannico, accordo di rilevanza cruciale poiché per la prima volta si considera l'ipotesi di un'eventuale unificazione dell'isola celtica.
Nell'ultimo capitolo infine, viene esaminato il processo di pace e ripercorsi i diversi tentativi di risoluzione della questione nord-irlandese a partire dal 1993.
Esaminando la Dichiarazione di Downing Street del 1993 ed i suoi aspetti innovativi e decisivi nelle relazioni tra le due comunità e tra queste e la Gran Bretagna. Viene analizzato l'Accordo fino ad oggi più importante nella storia dell'Irlanda contemporanea: il Good Friday Agreement dell'Aprile 1998, con cui sono state affrontate tutte le questioni cruciali del conflitto nordirlandese: oltre a definire la posizione costituzionale dell’Irlanda del Nord e di come essa sarebbe potuta cambiare in futuro, venivano fondate nuove istituzioni politiche.
L'accordo copriva anche una serie di altre questioni di importanza cruciale, come le forze di polizia, la giustizia penale, i diritti civili, la liberazione dei prigionieri, il disarmo ed il processo di smilitarizzazione.
Nonostante l'importanza dell'accordo, tuttavia, alla fine del 2000 l'IRA non si dichiarava ancora disposta a dare inizio al processo di disarmo e di messa fuori uso delle armi, condizione necessaria all'accettazio dell'Accordo da parte degli unionisti dell'esecutivo. Bisognerà attendere l'Aprile del 2010 per verificare se le novità previste dall'Hillsborough Agreement verranno realmente introdotte o incontreranno ostacoli da parte degli unionisti più irremovibili.
Qualunque sarà l'esito dell'Accordo, tuttavia,è profondamente cambiata la percezione che l'Irlanda del Nord ha di sè e delle sue prerogative fondamentali e gli stessi unionisti hanno negli ultimi decenni ribaltato il rapporto che li univa al governo britannico, rivendicando un’autonomia decisionale e di scelta non più negoziabile secondo i desideri e le preferenze del governo di Westminster, espressione di una nuova stagione di consapevolezza e maturità politica del giovane stato nel Nord dell’isola irlandese.

Mostra/Nascondi contenuto.
PREFAZIONE La questione nazionalista irlandese è stata, a partire dagli anni Settanta, al centro dell'attenzione internazionale nello studio dei fenomeni separatisti che hanno caratterizzato la seconda metà del XX secolo. L'argomento è stato oggetto di numerose analisi storico-politiche finalizzate a comprenderne la complessa evoluzione fino all'attuale processo di devoluzione dei poteri da parte della Gran Bretagna nei confronti dell'Irlanda del Nord. Questa tesi si propone di analizzare come siano evoluti i rapporti anglo-irlandesi nel corso dei secoli passando da una semplice relazione di subordinazione colonia- madrepatria ad un graduale e lungo processo di emancipazione politica e culturale da parte dell'isola gaelica. Il punto di vista adottato si basa sull'analisi dei principali eventi che hanno visto l'Irlanda protagonista di una lunga lotta per il riconoscimento della propria autonomia decisionale nelle questioni politiche oltre che, inevitabilmente, confessionali e culturali. Cercando di analizzare i numerosi tentativi da parte dell'isola di liberarsi dalla presenza britannica, ho provato a sviluppare una breve analisi storico-politica dell'esperienza nazionalista irlandese. L'interesse nei confronti di questo argomento è nato in seguito alla mia esperienza universitaria nell'ambito del progetto Erasmus presso l'University College of Dublin, dove ho avuto modo di frequentare diversi corsi e seminari sui “Troubles in Northern Ireland” e di visitare di persona gli scenari degli avvenimenti principali degli ultimi trent'anni. In occasione del seminario sull'evoluzione del processo di pace in Irlanda del Nord svolsi una breve analisi sulle relazioni tra le due parti dell'isola e sul background politico e religioso che ne inasprì i rapporti, approfondendo la conoscenza dell'argomento ed interessandomi sempre di più alla storia di quel paese così tormentato eppure fiero ed orgoglioso. La maggior parte delle fonti utilizzate è in lingua inglese,per la maggior parte 1

Laurea liv.I

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Antonella Ninni Contatta »

Composta da 69 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1502 click dal 28/06/2011.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.