Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

L’impatto delle multinazionali nell’economia locale: il caso McDONALD’S Italia S.r.l.

Le multinazionali sono imprese che possiedono una quota significativa del capitale di un’altra impresa che opera in un paese estero.
In ambito economico un’ impresa multinazionale è un’ impresa che organizza la sua produzione in almeno due paesi diversi, ed è detta controllata, l’ impresa operante in un paese estero di cui la multinazionale controlla tra il 10 e il 50 % delle azioni, ed è detta filiale quella di cui controlla più del 50 % delle azioni.
Le multinazionali rappresentano la massima evoluzione dimensionale della grande impresa: oltre ad aver perduto la dimensione locale, esse hanno superato quella nazionale poiché operano in più paesi usandone indifferentemente i fattori produttivi (lavoro e capitale) e collegando luoghi di produzione diversi da quelli di consumo.
Le multinazionali si caratterizzano sia per la dimensione del tutto ragguardevole del capitale che investono, che per la complessità della loro organizzazione, sia infine per la ricerca di tecnologie e prodotti nuovi che possano garantire il collocamento di grandi quantità di prodotti sui mercati nei quali vengono tenute posizioni oligopolistiche.
Con la maggioranza delle proprie attività basate in altri paesi, hanno molto potere contrattuale nei confronti delle imprese e delle autorità locali.
Le loro attività possono dunque spiazzare o rafforzare le attività svolte dalle imprese locali, sia sul mercato dei beni che su quello dei fattori.
Sempre in virtù delle loro dimensioni e della loro diversificazione geografica, le multinazionali sono meno soggette a vincoli e regole rispetto alle imprese nazionali; e spesso vengono anche accusate di comportamenti socialmente poco corretti, che vanno dallo sfruttamento del lavoro minorile al dumping ambientale.

Mostra/Nascondi contenuto.
INTRODUZIONE INTRODUZIONE Le multinazionali sono imprese che possiedono una quota significativa del capitale di un’altra impresa che opera in un paese estero. In ambito economico un’ impresa multinazionale è un’ impresa che organizza la sua produzione in almeno due paesi diversi, ed è detta controllata, l’ impresa operante in un paese estero di cui la multinazionale controlla tra il 10 e il 50 % delle azioni, ed è detta filiale quella di cui controlla più del 50 % delle azioni, (Fulvio Coltorti, 2004). Le multinazionali rappresentano la massima evoluzione dimensionale della grande impresa: oltre ad aver perduto la dimensione locale, esse hanno superato quella nazionale poiché operano in più paesi usandone indifferentemente i fattori produttivi (lavoro e capitale) e collegando luoghi di produzione diversi da quelli di consumo (Giorgio Barba Navaretti, 2006). Le multinazionali si caratterizzano sia per la dimensione del tutto ragguardevole del capitale che investono, che per la complessità della loro organizzazione, sia infine per la ricerca di tecnologie e prodotti nuovi che possano garantire il collocamento di grandi quantità di prodotti sui mercati nei quali vengono tenute posizioni oligopolistiche. Con la maggioranza delle proprie attività basate in altri paesi, hanno molto potere contrattuale nei confronti delle imprese e delle autorità locali (Fulvio Coltorti, 2004). Le loro attività possono dunque spiazzare o rafforzare le attività svolte dalle imprese locali, sia sul mercato dei beni che su quello dei fattori. Sempre in virtù delle loro dimensioni e della loro diversificazione geografica, le multinazionali sono meno soggette a vincoli e regole rispetto alle imprese nazionali; e spesso vengono anche accusate di comportamenti socialmente poco corretti, che vanno dallo sfruttamento del lavoro minorile al dumping ambientale (Giorgio Barba Navaretti, 2006).

Laurea liv.I

Facoltà: Filosofia

Autore: Antonio De Luca Contatta »

Composta da 60 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 9784 click dal 01/07/2011.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.