Skip to content

La comunicazione pubblicitaria delle compagnie aeree. Il caso Alitalia

Informazioni tesi

  Autore: Francesco Gentile
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2009-10
  Università: Università degli Studi di Roma La Sapienza
  Facoltà: Scienze della Comunicazione
  Corso: Scienze della Comunicazione
  Relatore: Americo Bazzoffia
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 230

La tesi, strutturata in quattro capitoli, è un’approfondita analisi del linguaggio pubblicitario di Alitalia. L’analisi si concentra principalmente sugli annunci cartacei, apparsi sui quotidiani o sulle riviste, dal momento che è stato il materiale più facile da reperire.
I primi due capitoli sono una panoramica degli annunci pubblicitari delle altre compagnie aeree, sia italiane che straniere. L’analisi di queste pubblicità è necessaria per poter comprendere quali strategie comunicative abbiano utilizzato i concorrenti della compagnia italiana. Il terzo ed il quarto capitolo, invece, si concentrano sulla comunicazione effettuata dal vettore italiano, dalle sue origini fino al giorno d’oggi.
Nello specifico, il terzo capitolo considera gli aspetti socioculturali che hanno influito sulla costruzione della comunicazione pubblicitaria di Alitalia ed analizza gli annunci pubblicitari dal punto di vista grafico e creativo. Il quarto capitolo, invece, è un’analisi dell’immagine aziendale e dello sviluppo delle pubblicità che segue il percorso storico della vita della compagnia aerea. Il fine è quello di individuare se la comunicazione pubblicitaria sia caratterizzata da elementi ricorrenti, se abbia subito delle variazioni e se sia stata coerente con l’immagine della marca. Alla fine della tesi è possibile constatare quali siano state le tecniche ed i mezzi utilizzati dall’aerolinea italiana per persuadere gli individui a sceglierla come compagnia e per comunicare i valori e gli attribuiti che vuole che siano percepiti.
L’analisi ha messo inoltre in risalto i vari metodi che una compagnia aerea può utilizzare per catturare l’attenzione del pubblico e promuovere il servizio aereo, e ha anche cercato di individuare eventuali analogie tra gli annunci delle diverse aerolinee.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
5 1 - LA COMUNICAZIONE PUBBLICITARIA DEL TRASPORTO AEREO “Advertising is the art of convincing people to spend money they don’t have for something they don’t need” Will Rogers 1 1.1 - GLI ALBORI DEL MEZZO AEREO L’antico sogno dell’uomo di volare è passato dal mitologico volo di Icaro agli studi di Leonardo da Vinci e alle mongolfiere, fino al dicembre del 1903, quando si assistette al primo volo della storia, per merito dei fratelli Wright. La prima compagnia aerea di trasporto civile al mondo fu la tedesca Deutsche Luftreederei 2 , alla quale seguirono aerolinee sia europee sia americane che, per i loro primi annunci pubblicitari, si avvalsero della pubblicità illustrata. La stampa, infatti, già dalle sue origini permise il diffondersi di messaggi commerciali, religiosi o politici in modo molto veloce, e stava facendo nascere il bisogno di comprare i beni prodotti dalla Rivoluzione industriale oltre che a far diffondere i primi status symbol borghesi 3 . Non era, infatti, alla portata di tutti permettersi un viaggio aereo per spostarsi in modo rapido e godere nello stesso tempo di una visione panoramica. L’uso dei manifesti e delle riviste illustrate che fungevano come ottimi contenitori pubblicitari e che iniziavano ad arricchirsi di slogan 4 , 1 [“La pubblicità è l’arte di convincere le persone a spendere soldi che non hanno per qualcosa di cui non necessitano”]. Cfr. G. Tibballs, The Mammoth Book of Zingers, Quips, and One-Liners: Over 10,000 Gems of Wit and Wisdom, One-liners and Wisecracks, Running Press, 2004, p. 16. 2 Nel 1919 per prima inaugurò un traffico civile aereo, collegando Berlino con Weimar. In proposito cfr. AA.VV. , L’aeronautica, gli aerei. L’epopea del volo dalle origini ai giorni nostri, Demetra, Colognola ai Colli (Vr), 1998, p.22. 3 In proposito cfr. G. Ambrosio, Siamo quel che diciamo, Meltemi, 2002, pp. 22 – 23. L’autrice sottolinea come si sia passati da un approccio verso il pubblico di stile gentile, ad uno più aggressivo. 4 Cfr. AA.VV., a cura di G. Mariani, Il dizionario illustrato della pubblicità e comunicazione, Lupetti & Co, Milano, 1992, p. 418.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi