Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

L'insegnamento della lingua inglese nella scuola primaria attraverso un approccio ludico-comunicativo

La tesi tratta linsegnamento della lignua inglese nella scuola primaria attraverso un approccio ludico-comunicativo, basato sulla didattica laboratoriale e finalizzato all'acquisizione della lingua orale e di una corretta pronuncia. Nella prima parte viene fornita una presentazione della situazione riguardante l'insegnamento della lingua inglese nel sistema scolastico italiano. Segue un'analisi contrastiva della fonologia inglese e della fonologia italiana con particolare attenzione alle difficoltà più comuni pre o madrelingua italiani. Infine vengono suggerite attività pratiche di tipo ludico-laboratoriale presentate attraverso lo story-telling del racconto di Oscar Wilde "The Selfish Giant".

Mostra/Nascondi contenuto.
1 Introduzione Oggi, agli albori del nuovo millennio, l‟uomo contemporaneo si ritrova a vivere in un mondo sempre più complesso, governato da un nuovo concetto di spazio, uno spazio che non è più solo geografico, ma è anche sociale e virtuale, ma soprattutto uno spazio non più circoscritto, ma sempre più ampio, quasi sconfinato. Il progresso scientifico e le nuove tecnologie hanno permesso di allargare gli orizzonti e di abbattere le frontiere geografiche e logistiche creando quello che oggi viene definito villaggio globale. Questa nuova realtà, che al momento riguarda i paesi economicamente più sviluppati, ha stravolto secolari stili di vita e ha contribuito a plasmare, soprattutto nelle nuove generazioni un nuovo concetto di identità e cittadinanza. Grazie ai moderni mezzi di comunicazione come internet e a una rete di mezzi di trasporto sempre più efficiente e accessibile, siamo ora in grado di spostarci da una parte all‟altra del pianeta e di comunicare in qualsiasi momento con chi si trova a migliaia di chilometri di distanza. Questa epocale rivoluzione dei processi di comunicazione e del concetto di identità ha sollevato però un questione importante in merito alla lingua da utilizzare a livello globale. Secondo le teorie di Jakobson 1 infatti, per la buona riuscita di un qualsiasi atto comunicativo è fondamentale che emittente e destinatario condividano lo stesso codice e il codice che nel corso degli ultimi decenni ha acquisito lo status di “lingua globale” è senza ombra di dubbio la lingua inglese. I fattori che hanno portato alla spontanea affermazione dell‟inglese come lingua dominante dell‟informatica, dell‟economia e degli scambi internazionali, sono molteplici e in parte si 1 Jakobson R., Saggi di linguistica generale, Feltrinelli, Milano, 1966, p. 185.

Tesi di Laurea Magistrale

Facoltà: Scienze della Formazione

Autore: Elena Cardinali Contatta »

Composta da 138 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 21108 click dal 06/07/2011.

 

Consultata integralmente 30 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.