Skip to content

I Templari tra Storia e Mito

Informazioni tesi

  Autore: Mattia Di Francesco
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2007-08
  Università: Università degli Studi di Teramo
  Facoltà: Scienze Politiche
  Corso: Scienze della politica
  Relatore: Francesca Gallo
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 147

Il mistero che avvolge l’Ordine dei Templari, il suo mito, le leggende, le fantasie e le credenze che vi ruotano intorno, rappresentano il motore dell’infinita ricerca esistente in merito a tale fenomeno.
Non è di certo un caso che il dibattito sui Templari sia sempre stato vivo e denso di curiosità all’interno della società europea. Interessante risulta l’opera compiuta dagli intellettuali che dal secolo XVI in poi, scrissero sull’Ordine assegnando un nuovo e non più passivo ruolo ai Cavalieri del Tempio, i quali da sprovveduti monaci e soldati si sarebbero da lì a poco trasformati in istruiti ricchi maghi pieni di potere.
Ma perché anch’io ad un certo punto comincio a provare il desiderio di leggere, interrogarmi, scrivere di queste vicende? Per lo stesso motivo per cui questo fenomeno storico richiama a sé tanti appassionati, studiosi esperti e profani, che si lasciano trasportare dalla magia di quel tempo caratterizzato in particolare dall’esistenza di quell’ordine di cavalieri su cui tanti misteri continuano ad esistere.
Io decido di esplorare questo tema a modo mio, senza prescindere dalle fantasie e dalle leggende che lo avvolgono e lo rendono tanto affascinante unendo però questi elementi ad una ricca e concreta ricerca storica. Pertanto ho cercato di ricostruire le vicende storiche che hanno riguardato l’Ordine templare utilizzando prevalentemente una storiografia scientifica, cercando di limitare al massimo l’utilizzo della copiosa produzione pseudo-scientifica, che spesso risulta eccessivamente fantasiosa e scarsamente documentata, ma che nonostante questo mantiene un proprio ruolo ed una propria responsabilità nella creazione e nella diffusione del mito dei Templari.
Ho arricchito questa mia ricostruzione anche con una ricerca svolta proprio a Malta tramite lo studio delle fonti conservate all’interno della National Library, cui ho dedicato un intero capitolo redatto in lingua inglese.
Nello stesso tempo ho cercato di ricostruire l’origine e la diffusione di leggende, fantasie e credenze che riguardano l’Ordine, soffermandomi, in particolare, su alcuni temi quali – il Santo Graal, i Catari, Colombo, Hugues de Payns – che sono stati parte integrante e imprescindibile del tema dei Templari.
Ho voluto sottolineare con forza come la storia del Tempio vada letta nel proprio contesto: per un’imparziale valutazione è in effetti necessario uscire dai confini della Francia, dato che il Tempio fu realmente considerato un Ordine Internazionale. Ed è proprio questo, a mio avviso, uno degli aspetti più importanti e storicamente rilevanti della vicenda dei Templari: la loro capacità di interagire su una dimensione che supera i confini locali e nazionali ponendosi all’interno di una dimensione internazionale, extra-europea, che permetta loro di ricoprire un ruolo da protagonisti nelle vicende politiche e religiose dell’epoca e nello stesso tempo di controllare e gestire al meglio alcuni aspetti economici e finanziari secondo le complesse coordinate dell’economia alto-medievale.
Nella seconda parte del mio elaborato azzardo un’analisi della presunta connessione tra i Templari e una primordiale Massoneria Operativa, ho voluto intenzionalmente porre l’accento sul passaggio dalla forma Operativa alla forma Speculativa, con l’obiettivo sia di fornire le informazioni essenziali che di far nascere le “giuste” curiosità riguardo un’istituzione che continua ad essere caratterizzata da equivoci e travisamenti.
Questo mio viaggio ha l’intenzione primaria di trasmettere la mia passione riguardo tali argomenti all’ipotetico lettore che ne fosse interessato, suscitando intenzionalmente interessanti interrogativi ma offrendo al contempo una base conoscitiva da poter utilizzare per un eventuale successivo studio approfondito della fenomenologia trattata.

A questo punto non vi resta che cominciare a leggere.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
4 INTRODUZIONE La seguente tesi ha per oggetto l‟illustrazione delle vicende, storiche e non, dell‟Ordine Templare, un argomento complesso, che ha da sempre affascinato storici, intellettuali ma anche la gente comune, rivestendosi di valenze simboliche, religiose, misteriche che vanno ben al di là della mera ricostruzione storica delle vicende e della reale valenza religiosa e politica dell‟Ordine. La Storia dell‟Ordine del Tempio e il suo Mito si sono strettamente legati, fino a confondersi l‟uno nell‟altro e a rendere difficile, per gli studiosi, la ricostruzione storica epurata da ogni aspetto fantastico; anzi la “mitologia” dell‟Ordine, è stata, spesso, alimentata al suo interno per opportunistiche ragioni politiche o per accreditare ruoli sociali e politici di fronte agli attacchi dei numerosi “nemici” dell‟Ordine. Ho, pertanto, cercato di ricostruire le vicende storiche che hanno riguardato l‟ordine utilizzando prevalentemente una storiografia scientifica e cercando di limitare al massimo l‟utilizzo della copiosa produzione pseudo- scientifica, ma assai spesso eccessivamente fantasiosa e scarsamente documentata, anche se, anche questa letteratura ha un suo ruolo e una sua „responsabilità‟ nella creazione e nella diffusione del mito dei Templari. Nello stesso tempo ho cercato, fin dove mi è stato possibile, di ricostruire l‟origine e la diffusione di leggende, fantasie e credenze che riguardano l‟Ordine, soffermandomi, in particolare, su alcuni temi – il Santo Graal, i Catari,

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

religione
esoterismo
cattolicesimo
processo
cristo
guerra
templari
mito
santa
leggenda
monaci
bernardo
filippo
pellegrini
rogo
cavalieri
banchieri
molay
tesoro
guerrieri
neotemplarismo
cristoforo colombo
santo graal
knights of malta

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi