Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Studio di fattibilità e progettazione di una rete di conversione 3G/WiFi 2,4 GHz in ambiente rurale

Grazie al progetto ilustrato nella Tesi, Internet veloce è diventato realtà anche per le aree rurali, utilizzando prodotti di serie e a basso costo, evitando quindi la tradizionale installazione di impianti di cablaggio strutturato. Infatti, la normale connessione a banda larga presenta problemi di installazione nelle zone rurali, sia perchè nessun operatore investe nelle costose infrastrutture per fornire un servizio destinato a pochi clienti, sia perchè la comunità stessa, a causa dei sempre maggiori tagli ai bilanci, non può sostenere questi costi per garantire un servizio pubblico che sarebbe doveroso. Tutto questo comporta l'allargamento del Digital Divide; gli abitanti delle zone rurali sono discriminati, in termini di comunicazione, non avendo a disposizione una connessione Internet veloce e di alta qualità. Il problema esposto è stato risolto in questa Tesi, grazie alla progettazione di una rete che, appoggiandosi sulla rete cellulare 3G, e quindi senza utilizzare la tradizionale connessione a banda larga, fornisce il servizio agli abitanti delle zone rurali, i quali possono usufruire, fin da subito, di una connessione Internet veloce e di alta qualità. Prima di illustrare il progetto vero e proprio (Cap.3), sono state introdotte le nozioni base della rete cellulare 3G (Cap.1) e della rete WLAN (Cap.2).

Mostra/Nascondi contenuto.
4 Prefazione Nel contesto operativo economico territoriale, in particolar modo in regioni come la Toscana dove, a causa della particolare morfologia, le grandi concentrazioni urbane sono limitate in favore di una distribuzione diffusa di siti rurali abitativi e produttivi sul vasto territorio, garantire, a tutti i cittadini e a tutte le attività, la possibilità di interagire con il mondo in modo efficiente e rapido, costituisce un valido argomento di discussione. Normalmente l’accesso al portale web viene garantito da una connessione a banda larga cablata, che, tuttavia, nel caso di zone rurali, presenta non poche problematiche di installazione. Persone del calibro del Ministro Altero Matteoli, concordano sul fatto che una soluzione tradizionale e definitiva mediante il cablaggio di tutto il territorio non è realmente praticabile in tempi rapidi, sia perché nessun operatore investe nelle costose infrastrutture per arrivare a connettere una località in cui avrebbero pochi clienti, sia perchè nemmeno la comunità, alla luce dei sempre maggiori tagli ai bilanci, può sostenere questi costi per garantire un servizio pubblico che sarebbe doveroso, ma purtroppo non praticabile se non con gravi ripercussioni economiche sulla comunità stessa. Per non lasciare in balia di se stesse tutte queste persone e attività , allargando il famoso “DIGITAL DIVIDE” che ci contraddistingue in tutta Europa, vogliamo trovare una soluzione tecnica ”SMART” che, sfruttando tecnologie già disponibili, possa sostituire, temporaneamente, il cablaggio tradizionale, onde permettere da subito a questa popolazione, attualmente discriminata, in termini di comunicazione, di poter iniziare ad usufruire del mondo WEB in modo dignitoso, nella speranza che nuove tecnologie o qualcuno, nel frattempo, possa trovare soluzioni ancora migliori. La soluzione tecnica proposta dalla CEAM, sulla quale si basa il progetto di questa tesi, prevede di sfruttare la rete wireless 3G. Tuttavia sebbene l’attrezzatura impiegata ha un costo veramente irrisorio, ad oggi non è altrettanto irrisorio il costo del servizio wireless 3G rispetto al servizio ADSL cablato che, pur non essendo ancora a buon mercato, come avviene in altri paesi d’Europa, presenta costi inferiori ai contratti dati 3G offerti con formule che talvolta rasentano la truffa per le complesse modalità con cui vengono addebitati.

Laurea liv.I

Facoltà: Ingegneria

Autore: Federico Vezzoni Contatta »

Composta da 70 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 401 click dal 21/07/2011.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.