Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La selezione del personale nei lavori creativi

La ricerca riguardante la selezione del personale nei lavori creativi è stata lunga, meticolosa, ma al tempo stesso stimolante. Ho avuto la possibilità di approcciarmi a tre differenti casi aziendali e le mie conoscenze in questi ambiti sono notevolmente aumentate.

Alle soglie del nuovo millennio, lo sviluppo della creatività aziendale rappresenta una sfida che le imprese devono intraprendere per resistere alla grande concorrenza del mercato. I creativi, figure chiave di questo processo, sono molto ricercati e anche grazie al loro lavoro innovativo e fantasioso si continuerà a resistere all'omologazione della moderna società. Nel primo capitolo di questo elaborato cercherò di dare una definizione precisa di “creatività” e di illustrare le teorie alla base del suo studio. Mi impegnerò, inoltre, ad elencare i campi di maggior interesse in cui la creatività ha ottenuto i migliori risultati: si tratta dell'ambito del web, humus fertile per l'innovazione e della moda, ambiente sempre aperto alle novità più stravaganti. Nel secondo capitolo verranno focalizzati i metodi più comuni nella selezione del personale con un occhio di riguardo al reclutamento di personale creativo, attraverso degli appositi test per verificare le attitudini del “ futuro dipendente”. Il terzo capitolo, il più corposo, si allontanerà da questioni teoriche per affrontare tre casi aziendali che hanno saputo cavalcare l'onda del successo, approfittando della creatività del loro personale: H&M, impresa di moda tra le più quotate al momento, Facebook, il social network che ha rivoluzionato i rapporti tra le persone e infine Google, colosso mondiale dell'informatica. In dettaglio sarà presentata la loro storia, i meccanismi che ne regolano il funzionamento, e in particolare si farà riferimento al loro impegno nella selezione di personale creativo. Una successione rapida e agevole di argomenti, che nella loro semplicità, a partire dalla terminologia, vuole proporsi come summa dei principali lavori creativi, delle figure idonee a intraprenderli e della selezione di questo tipo di personale in aziende che hanno ampie prospettive per il XXI secolo.

Mostra/Nascondi contenuto.
4 PREMESSA Alle soglie del nuovo millennio, lo sviluppo della creatività aziendale rappresenta una sfida che le imprese devono intraprendere per resistere alla grande concorrenza del mercato. I creativi, figure chiave di questo processo, sono molto ricercati e anche grazie al loro lavoro innovativo e fantasioso si continuerà a resistere all'omologazione della moderna società. Nel primo capitolo di questo elaborato cercherò di dare una definizione precisa di “creatività” e di illustrare le teorie alla base del suo studio. Mi impegnerò, inoltre, ad elencare i campi di maggior interesse in cui la creatività ha ottenuto i migliori risultati: si tratta dell'ambito del web, humus fertile per l'innovazione e della moda, ambiente sempre aperto alle novità piø stravaganti. Nel secondo capitolo verranno focalizzati i metodi piø comuni nella selezione del personale con un occhio di riguardo al reclutamento di personale creativo, attraverso degli appositi test per verificare le attitudini del “ futuro dipendente”. Il terzo capitolo, il piø corposo, si allontanerà da questioni teoriche per affrontare tre casi aziendali che hanno saputo cavalcare l'onda del successo, approfittando della creatività del loro personale: H&M, impresa di moda tra le piø quotate al momento, Facebook, il social network che ha rivoluzionato i rapporti tra le persone e infine Google, colosso mondiale dell'informatica. In dettaglio sarà presentata la loro storia, i meccanismi che ne regolano il funzionamento, e in particolare si farà riferimento al loro impegno nella selezione di personale creativo. Una successione rapida e agevole di argomenti, che nella loro semplicità, a partire dalla terminologia, vuole proporsi come summa dei principali lavori creativi, delle figure idonee a intraprenderli e della selezione di questo tipo di personale in aziende che hanno ampie prospettive per il XXI secolo.

Diploma di Laurea

Facoltà: Scienze della Comunicazione

Autore: Sergio Incalcaterra Contatta »

Composta da 53 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1493 click dal 25/07/2011.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.