Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Simulazione numerica 3D dell'idrodinamica costiera. Applicazione alla Rada di Augusta

Lo studio dell’idrodinamica delle zone costiere risulta di particolare interesse in diversi settori di applicazione dell’ingegneria idraulica ed ambientale.
Il presente lavoro di tesi riguarda lo studio dell’ idrodinamica costiera con applicazione alla "RADA DI AUGUSTA". L’area in esame è stata scelta perché a partire dai primi anni ’50 lungo la costa occidentale della Rada di Augusta, sono stati installati diversi stabilimenti industriali per la produzione di sostanze chimiche, petrolchimiche e raffinerie di petrolio.
Negli anni, le principali criticità emerse nel sito si possono ascrivere ad inquinamento da petrolio, inquinamento termico, eutrofizzazione, contaminazione da metalli pesanti, idrocarburi e solventi clorurati. Tutto ciò ha dato origine ha un’elevata contaminazione della rada con la conseguente formazione della "coltre sedimentaria incoerente" con concentrazioni elevate sopra i limiti di legge.
Obiettivo della presente tesi è quello di ricavare, e confrontare con studi già fatti dall’ISPRA, i campi di moto che si sviluppano all’interno del Porto di Augusta (Rada), tramite simulazioni numeriche condotte tramite il programma open source PANORMUS.
Numerose sono le tecnologie disponibili per la bonifica in funzione del rischio per l’ecosistema acquatico. L’applicabilità delle singole opzioni di gestione dovrà essere valutata in modo specifico. Per questo il nostro studio mira a conoscere l’idrodinamica dell’area in esame, in modo da individuare le correnti, i ricircoli e le velocità che si verificano all’interno della Rada. Queste, infatti, rappresentano elementi di fondamentale importanza per definire le metodologie ottimali di intervento necessari all’eliminazione della coltre incoerente.

Mostra/Nascondi contenuto.
SIMULAZIONE NUMERICA 3D DELL’IDRODINAMICA COSTIERA. APPLICAZIONE ALLA RADA DI AUGUSTA MICHELANGELO GRANATA 14 CAPITOLO I “ DINAMICA DEI FLUIDI” Prima di entrare nel merito della dinamica dei fluidi, faremo una breve introduzione sui fluidi e sulle loro principali proprietà. I.1 Introduzione : Fluidi e proprietà. Un fluido è un sistema continuo che non può opporre sforzo di taglio quando è a riposo. Lo sforzo di taglio è una forza che agisce parallelamente alla superficie considerata (forza per unità di superficie), mentre prende il nome di pressione la forza che agisce perpendicolarmente alla superficie considerata (fig. I.1). • T = F// / S (sforzo di taglio) • P = F⊥ / S (pressione) Fig. I.1 Consideriamo un esperimento che, sfruttando la definizione di fluido appena data, permette di decidere se un dato materiale è un fluido. Si ponga il materiale fra due lastre parallele e lo si sottoponga ad uno sforzo di taglio esterno. In fig.I.2 è mostrato l’esperimento; lo sforzo di taglio è ottenuto mediante un peso. PoichØ un fluido non può

Laurea liv.I

Facoltà: Ingegneria

Autore: Michelangelo Granata Contatta »

Composta da 195 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 585 click dal 27/07/2011.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.