Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Le denominazioni di esercizi turistici nell'Ogliastra come elemento di richiamo turistico. L'attrattiva per l'utenza di origine russa e slava

Lo scopo di questa tesi consiste nel cercare di esporre le modalità con cui in Ogliastra la lingua e la cultura locale vengono utilizzate come elemento di richiamo turistico con particolare attenzione all'attrattiva esercitata verso l'utenza di origine russa e slava.
Il “turismo linguistico” è il fenomeno per cui le lingue possono costituire, al pari dei consueti elementi di attrazione turistica, come il paesaggio e le bellezze naturali, un elemento di curiosità e di richiamo in una determinata area turistica.
In questo lavoro dunque analizzeremo le denominazioni degli esercizi turistici dell'area, verificheremo così le modalità con cui gli imprenditori ogliastrini utilizzano la lingua locale per la promozione del prodotto turistico dando così origine al turismo linguistico in Ogliastra.
Innanzitutto presenteremo la regione sotto il profilo geografico ed economico, analizzeremo l'attività turistica, cercheremo di spiegare come è nato il turismo nella regione e come si è evoluto sino alla sua situazione attuale. Vedremo poi qual'è la tipologia dei turisti che visitano la regione, con uno sguardo particolare verso i visitatori provenienti dall'area slava.
Spiegheremo poi il concetto di “lingua minore” e collocheremo la situazione di questi idiomi nel contesto nazionale.
In seguito descriveremo gli elementi di turismo linguistico presenti nella regione, analizzeremo le entità che adoperano il bene-lingua e le varie modalità di utilizzo. A questo scopo verranno introdotti i materiali su cui si focalizzerà l'analisi: le denominazioni degli esercizi turistici della regione. Infine, esamineremo dunque gli idiomi adottati di volta in volta dagli imprenditori ogliastrini e cercheremo di spiegare in che modo la lingua locale e le eventuali altre lingue adottate possono rappresentare un mezzo per rendere più appetibile il prodotto turistico della regione.

Mostra/Nascondi contenuto.
2 ANNO ACCADEMICO 2009-2010 INTRODUZIONE Lo scopo di questa tesi consiste nel cercare di esporre le modalità con cui in Ogliastra la lingua e la cultura locale vengono utilizzate come elemento di richiamo turistico con particolare attenzione all'attrattiva esercitata verso l'utenza di origine russa e slava. Il “turismo linguistico” è il fenomeno per cui le lingue possono costituire, al pari dei consueti elementi di attrazione turistica, come il paesaggio e le bellezze naturali, un elemento di curiosità e di richiamo in una determinata area turistica. In questo lavoro dunque analizzeremo le denominazioni degli esercizi turistici dell'area, verificheremo così le modalità con cui gli imprenditori ogliastrini utilizzano la lingua locale per la promozione del prodotto turistico dando così origine al turismo linguistico in Ogliastra. Innanzitutto presenteremo la regione sotto il profilo geografico ed economico, analizzeremo l'attività turistica, cercheremo di spiegare come è nato il turismo nella regione e come si è evoluto sino alla sua situazione attuale. Vedremo poi qual'è la tipologia dei turisti che visitano la regione, con uno sguardo particolare verso i visitatori provenienti dall'area slava. Spiegheremo poi il concetto di “lingua minore” e collocheremo la situazione di questi idiomi nel contesto nazionale. In seguito descriveremo gli elementi di turismo linguistico presenti nella regione, analizzeremo le entità che adoperano il bene-lingua e le varie modalità di utilizzo. A questo scopo verranno introdotti i materiali su cui si focalizzerà l'analisi: le denominazioni degli esercizi turistici della regione. Infine, esamineremo dunque gli idiomi adottati di volta in volta dagli imprenditori ogliastrini e cercheremo di spiegare in che modo la lingua locale e le eventuali altre lingue adottate possono rappresentare un mezzo per rendere più appetibile il prodotto turistico della regione.

Laurea liv.I

Facoltà: Lingue e Letterature Straniere

Autore: Virginia Zanda Contatta »

Composta da 63 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 292 click dal 01/08/2011.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.