Skip to content

Sicurezza energetica e tutela degli investimenti nel quadro dell'Energy Charter Treaty

Informazioni tesi

  Autore: Francesco Cortesi
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2010-11
  Università: Università degli Studi di Bologna
  Facoltà: Giurisprudenza
  Corso: Giurisprudenza
  Relatore: Lorenzo Gradoni
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 116

L’Energy Charter Treaty, firmato a Lisbona il 17 dicembre del 1994, è nato come uno strumento per creare un mercato competitivo e aperto, nell’ottica di uno sviluppo sostenibile, attraverso la riduzione dei rischi collegati agli investimenti nel settore energetico e al commercio di prodotti energetici.
L’elaborato inizia con una breve riflessione sulla storia dell’ECT e sul concetto stesso di sicurezza energetica. Il Trattato era stato negoziato principalmente perché i paesi occidentali volevano migliorare la loro sicurezza di approvvigionamento energetico mentre gli stati della zona euroasiatica nati dallo smembramento dell’URSS necessitavano di mezzi per sviluppare le loro risorse.
Nei capitoli successivi abbiamo analizzato le disposizioni dell’Energy Charter in modo critico, confrontando il Trattato con altri trattati sulla protezione degli investimenti e valutando le sue disposizioni alla luce dell’applicazione concreta ad opera delle corti internazionali di arbitrato nelle decisioni disponibili.
Il secondo capitolo in particolare analizza la Parte III dell’ECT, quella che riguarda direttamente la protezione degli investimenti stranieri nel territorio di una Parte contraente. L’art. 10 è la disposizione principale e sancisce il NT, il MFNT, il FET ed il divieto di discriminazione oltre ad una obbligazione di rispettare i generici obblighi contrattuali assunti dallo Stato membro nei confronti degli investitori (umbrella clause), valida però solo nei confronti di alcuni paesi. Allo stesso modo l’ECT accorda una tutela in base agli articoli 12 e 13 in caso di danneggiamento dell’investimento o espropriazione.
In caso di violazione della Parte III l’articolo 26 prevede un meccanismo di risoluzione delle controversie fra stato ospite ed investitore affidato all’iniziativa di quest’ultimo. Tale procedimento è caratterizzato principalmente dal ricorso all’arbitrato internazionale, disponibile sotto tre differenti regolamenti: ICSID, SCC e UNCITRAL.
Un intero capitolo e dedicato al caso Yukos, la controversia derivamente dalla nazionalizzazione della suddetta compagnia petrolifera, che, da un lato, ha contribuito a dare una forte visibilità all’ECT e, dall’altro, ne ha messo in crisi la sopravvivenza stessa aprendo una forte spaccatura fra la Federazione Russa e il blocco europeo.
Il lavoro termina con una retrospettiva dell’ECT ed un’analisi dei possibili scenari futuri valutati alla luce delle diverse alternative possibili.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
7 CAPITOLO I SICUREZZA ENERGETICA ED ENERGY CHARTER TREATY SOMMARIO: 1.1 Introduzione - 1.2 La nozione di sicurezza energetica nel diritto internazionale – 1.3 Sicurezza energetica nell‟Energy Charter Treaty - 1.4 La storia dell‟ECT - 1.5 La situazione attuale - 1.6 Conclusione 1.1 Introduzione L‟evoluzione tecnologica della società moderna richiede e richiederà sempre di più in futuro, un immenso e continuo apporto di energia e, di conseguenza, la produzione di energia è destinata ad aumentare costantemente. Per permettere di soddisfare la domanda energetica mondiale agli attuali tassi di crescita, si stima infatti che fino al 2030 saranno necessari in media, oltre mille miliardi di dollari di investimenti internazionali ogni anno nel settore dell‟energia 1 . Si tratta di una cifra enorme, soprattutto considerando che i FDI hanno subito un forte calo negli ultimi anni 2 , che necessita, per essere raggiunta, di un‟efficace regolamentazione internazionale e uno schema di cooperazione fra gli stati che possa garantire la tutela degli investimenti effettuati da investitori provenienti dai paesi più sviluppati, nei territori dove le risorse energetiche sono ripartite. Gli altri grandi obiettivi della comunità internazionale relativi al settore energetico sono la protezione del commercio e del transito, lo sviluppo di un impianto normativo uniforme in materia di ambiente e, in ultima istanza, la creazione di una situazione di sicurezza dell‟approvvigionamento. 1 Fonte: International Energy Agency, World Energy Outlook 2010. 2 Questo calo è stato causato dalla crisi economica mondiale ed ha colpito principalmente i flussi di investimento verso i paesi industrializzati, i quali hanno subito un crollo verticale, mentre gli investimenti nei paesi in via di sviluppo sono diminuiti in maniere più ridotta. Per approfondimenti sul tema: SAUVANTS KARL P. & others, FDI Perspectives, Vale Columbia Center on Sustainable International Investment, gennaio 2011.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

arbitrato
ambiente
russia
energia
fet
energy
uncitral
scc
icsid
federazione russa
charter
national treatment
investitore
sicurezza energetica
umbrella clause
treaty
ect
yukos
stockholm chamber of commerce
protezione investimenti

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi