Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

L’identità dell’embrone umano. Stato attuale della riflessione morale

Oggi la ricerca scientifica, soprattutto nel campo delle scienze biologiche ha raggiunto progressi impensabili, arrivando ad intervenire anche in una fase della vita considerata intoccabile fino a qualche decennio fa: «la procreazione». L’elaborato affronta il tema dell’embrione sotto tre punti di vista: nella prima parte si approfondiscono tutte le questioni derivanti dall’identità biologica dell’embrione; Nella seconda parte dell’elaborato viene presa in considerazione l’identità ontologica dell’embrione, ancor di più si cerca di esaminare, con il supporto dei testi Magisteriali, gli aspetti etici degli interventi biomedici sulla trasmissione della vita e sulla vita nascente cercando in qualche modo di confrontarle con le tesi di coloro che credono che l’embrione nei primissimi giorni di vita non sia persona e quindi non sia detentore di diritti. Infine, la terza parte riguarda l’identità giuridica dell’embrione.

Mostra/Nascondi contenuto.
4 INTRODUZIONE Oggi la ricerca scientifica, soprattutto nel campo delle scienze biologiche ha raggiunto progressi impensabili, arrivando ad intervenire anche in una fase della vita considerata intoccabile fino a qualche decennio fa: «la procreazione». La possibilità di creare artificialmente embrioni umani, e ancor di più il loro destino rappresenta uno dei dibattiti più accesi nella ricerca scientifica. Giorno per giorno emergono sempre nuovi problemi etici, spesso angosciosi per il futuro della società, e per una "qualità" della vita poiché queste scoperte hanno anche creato circuiti di business non sempre virtuosi. Tali progressi, anche se hanno fornito all‟uomo nuove risorse terapeutiche, hanno sollevato una serie di interrogativi di carattere morale e giuridico che alimentano ansie e paure rispetto agli scenari del prossimo futuro. Si è aperta una nuovissima fase della storia della scienza nella quale l‟uomo rischia di trasformarsi da soggetto a oggetto di manipolazione, soprattutto perchè alcuni ricercatori si credono liberi da qualsiasi vincolo morale, credono che in nome della scienza tutto è possibile e mal tollerano i limiti che

Tesi di Laurea Magistrale

Facoltà: Magistero in Scienze Religiose

Autore: Francesca Pullara' Contatta »

Composta da 107 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1297 click dal 24/08/2011.

 

Consultata integralmente 5 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.