Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La Continuità territoriale alla luce della normativa comunitaria nel settore del trasporto in Sardegna

Si è cercato di evidenziare l’impatto avuto dalle norme comunitario negli oneri di servizio pubblico nel trasporto aereo in Italia, aspetto poco studiato ed approfondito dalla dottrina giuridica aereonautica. Essa trova la sua più importante manifestazione nella necessità di garantire regolari e soddisfacenti collegamenti aerei anche nelle fasce di mercato connotate dall’abbandono o dalla riduzione dell’offerta dei servizi a causa del carattere non remunerativo delle relative rotte.
Nel territorio italiano è il caso, soprattutto, dei servizi di trasporto aereo con la Sardegna dove l’emergenza del problema della c.d. continuità territoriale è diventato estremamente rilevante , in conseguenza della sensibile riduzione dei collegamenti operati tra gli aeroporti delle isole e gli scali nazionali.
L’Unione Europea ha voluto assumersi l’impegno di trovare un bilanciamento fra i contrapposti interessi del rispetto della libertà del mercato e dell’applicazione concreta del diritto alla mobilità, ritenendo compatibili con la mutata normativa comunitaria nel campo dei trasporti, seppure in via del tutto eccezionale e a determinate condizioni, forme di sostegno finanziario o, comunque, di intervento delle pubbliche autorità.

Mostra/Nascondi contenuto.
4 Introduzione Con il presente lavoro si è cercato di evidenziare l’impatto avuto dalle norme comunitario negli oneri di servizio pubblico nel trasporto aereo in Italia, aspetto poco studiato ed approfondito dalla dottrina giuridica aereonautica. Essa trova la sua più importante manifestazione nella necessità di garantire regolari e soddisfacenti collegamenti aerei anche nelle fasce di mercato connotate dall’abbandono o dalla riduzione dell’offerta dei servizi a causa del carattere non remunerativo delle relative rotte. In passato, il problema della scarsa o insussistente offerta dei servizi di trasporto aereo nell’ambito delle tratte ritenute non appetibili sul piano commerciale, a causa del loro carattere non strategico. A tal problema si è trovata soluzione nell’imposizione degli oneri di pubblico servizio sulle tratte aeree interessate. Nel territorio italiano è il caso, soprattutto, dei servizi di trasporto aereo con la Sardegna dove l’emergenza del problema della c.d. continuità territoriale 1 è diventato estremamente rilevante 2 , in 1 FOIS, Il principio della continuità territoriale nel trasporto aereo e l’ordinamento comunitario,

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Andrea Ledda Contatta »

Composta da 137 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1105 click dal 26/09/2011.

 

Consultata integralmente 3 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.