Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il turismo e la rete: gli effetti della rivoluzione digitale sulla distribuzione dei prodotti turistici

Con l’espressione "rivoluzione digitale" si designa l’emergere e l’affermarsi di Internet quale protocollo di comunicazione standard a livello mondiale, la conseguente pervasione dell’interazione a distanza tra oggetti, persone e aziende e il modellarsi di un nuovo spazio virtuale o digitale (cyber-spazio) che si sovrappone, si integra e, talvolta, sconvolge lo spazio economico-sociale fisico, tradizionale.
Oggi Internet è una realtà ed un’opportunità non trascurabile per nessuna tipologia di business e, in particolare, nell’impresa turistica esso è ormai strumento indispensabile, sia come canale per attività di prenotazione e di vendita, sia come strumento di visibilità e comunicazione in grado di raggiungere segmenti di pubblico altrimenti irraggiungibili o raggiungibili con l’impiego di risorse umane e finanziarie maggiori.
In particolare, l’immaterialità caratteristica dei servizi turistici consente di promuovere l’offerta a mercati non necessariamente vicini o contigui che, a loro volta, potranno consumare il servizio in località lontane dall’offerente il sevizio stesso. In questa dimensione Internet si afferma come il luogo ideale per le transazioni, per la collocazione dell’offerta, per il dialogo con la domanda e l’offerta.
Questi, il linea di principio, sono gli elementi che individuano il turismo, fra i business maggiormente spinti dal web, in uno sviluppo di grande portata.
L’avvento di Internet e delle nuove tecnologie web-based ha determinato un’autentica rivoluzione nel comparto dell’intermediazione turistica: ha favorito l’avvento di nuovi competitor (e-mediary) nel settore e la diffusione di innovativi modelli di business che rimettono in discussione le modalità competitive tradizionali; ha consentito ad alcuni operatori (collocati a monte della filiera turistica) di ‘disintermediare’ la propria attività; ha infine determinato un processo di crescente “convergenza” tra settori. La convergenza è un processo evolutivo attraverso il quale settori e tecnologie diverse, che originariamente operavano in modo indipendente gli uni dagli altri, tendono a sovrapporsi, a entrare in collisione.
I suddetti effetti, tuttavia, non sono soltanto conseguenza dello sviluppo della Rete, ma anche di ulteriori fattori, alcuni dei quali appaiono essere trasversali a tutti i settori economici, come globalizzazione ed evoluzione della domanda, altri invece specifici del turismo, quali la liberalizzazione delle autorizzazioni per l’esercizio, che ha interessato le agenzie di viaggi operanti in Italia, e la più generalizzata deregulation del trasporto aereo.
I summenzionati aspetti saranno analizzati in questa sede, ponendo maggiore attenzione alla Rete quale strumento di profondo cambiamento per tutti i comparti del settore turistico.

Mostra/Nascondi contenuto.
Prefazione. I motivi che mi hanno esortato alla trattazione di questo tema sono molteplici:in primis la mia grande passione per i viaggi, per le culture e per il desiderio di “conoscenza”del mondo in generale, tutti aspetti fortemente correlati al settore di “viaggi e turismo”; in secondo luogo, non per questo meno rilevante, la voglia di comprendere più nello specifico cosa ha comportato l’ avvento di Internet nell’ambito di riferimento, ma soprattutto cosa dovrà attendersi, chi come me ambisce a ricoprire un ruolo da protagonista, nel prossimo futuro.

Laurea liv.I

Facoltà: Economia

Autore: Miriam Costantino Contatta »

Composta da 91 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 8937 click dal 06/09/2011.

 

Consultata integralmente 6 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.