Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

E-learning in tre aziende italiane

Gli individui e le istituzioni hanno maturato la consapevolezza che non basta investire in formazione una sola volta nell’arco della propria vita, ma che è fondamentale aggiornare continuamente il proprio sapere per essere in linea con gli sviluppi tecnologici, culturali e sociali. La necessità di rispondere ai bisogni di formazione continua e flessibile ha fatto si che l’e-learning rivoluzionasse i processi di apprendimento e i modelli organizzativi adottati nelle aziende.
Il punto di partenza della ricerca è stato quello di definire l’unità di analisi da studiare: ci si è concentrati sui lavoratori, i quali sviluppano forme di e-learning all’interno del proprio ambiente di lavoro.
In molti casi, l’e-learning viene “calato dall’alto” per scelta dell’organizzazione aziendale. Per tale motivo si è voluto conoscere il punto di vista di chi apprende, al fine di comprendere l’utilizzo e il gradimento di questo nuovo modo di fare formazione, andando a verificare l’esistenza di eventuali differenze tra i casi osservati.

Mostra/Nascondi contenuto.
1 Introduzione Il qui e ora è la società del XXI secolo che si caratterizza sempre più come una knowledge society (società della conoscenza) ovvero una società in cui il knowledge si rivela un requisito essenziale non solo nel mondo universitario ma anche, e soprattutto, nelle aziende e nella Pubblica Amministrazione. In questi ambienti, l’obiettivo principale diventa la capacità di produrre e saper gestire la conoscenza, attraverso la promozione di un approccio integrato e collaborativo volto all’acquisizione, all’organizzazione, all’accesso e all’uso del sapere. Gli individui e le istituzioni hanno maturato la consapevolezza che non basta investire in formazione una sola volta nell’arco della propria vita, ma che è necessario aggiornare continuamente il proprio sapere per essere in linea con gli sviluppi tecnologici, culturali e sociali. Con l’avvento di Internet e l’introduzione delle tecnologie informatiche nelle imprese, vediamo che il modo di lavorare e di comunicare sta cambiando radicalmente. Questi mutamenti portano ad una valorizzazione del “capitale umano” attraverso la definizione e la diffusione di competenze nuove, come richiede lo scenario socio-economico attuale. L’e-learning è un fenomeno diffuso in Italia ormai da qualche anno, anche se in ritardo rispetto al resto del mondo, e rappresenta una importante rivoluzione dei processi di apprendimento e dei modelli organizzativi adottati dalle aziende, in quanto contribuisce a ridefinire il ruolo dei lavoratori, in quanto soggetti che apprendono, e l’organizzazione spazio- temporale da dedicare alla formazione, dando maggiore flessibilità agli studenti di scegliere percorsi più adatti alle loro esigenze di apprendimento. Inoltre l’e-learning costituisce una valida soluzione, anche dal punto di vista economico, per

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Psicologia

Autore: Enrica Nuccio Contatta »

Composta da 134 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 509 click dal 14/09/2011.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.