Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

L'ultima stimmate della Guerra Fredda

Un'analisi storica della Corea, della quale ho analizzato prima la formazione di un'identità culturale e politica sottoposta all'ordine sinocentrico, poi la fase di instabilità dovuta al collasso della dinastia Qing e alle incursioni occidentali, ma soprattutto giapponesi. Alla fine di questa lunga premessa storica, metto in evidenza tutti i punti necessari a comprendere la realtà immediatamente precedente alla divisione coatta della Corea in virtù delle logiche postbelliche della Guerra Fredda, da cui riparte una nuova analisi che analizza la storia degli oltre sessant'anni di divisione della penisola fino ai giorni nostri per vedere come si è evoluta la condizione di questi popoli e di qual'è l'andamento dei governi, soprattutto per comprendere gli scontri che saltuariamente salgono agli onori della cronaca anche nei notri media.

Mostra/Nascondi contenuto.
Capitolo 1 Introduzione storica: La Corea tra sinizzazione e formazione identitaria La complessità della Corea contemporanea è figlia di una varietà di fattori geografici, geopolitici e geostrategici, tanto quanto etnici, storici e culturali. Sarebbe, a mio avviso, azzardato e deviante operare, dunque, un'analisi esaustiva senza tenere ben presente le premesse che alla realtà attuale hanno condotto. La prima, lunga fase della storia coreana, il primo pezzo del mosaico che voglio andare a comporre per fare luce sulla complessa realtà di questa penisola e del suo popolo, è quella che l'ha vista sostanzialmente soggetta alla sfera geopolitica e geoculturale sinocentrica, e comincia dalla Preistoria per giungere fino alla metà del XIX secolo. 1.1 Preistoria e protostoria La penisola coreana manca di dati e reperti che accertino la natura di un suo primitivo popolamento in epoca Paleolitica, ma a partire dal III millennio a.C. risultano tracce di insediamenti umani di numerosi gruppi tribali che hanno fatto verosimilmente ingresso dalla frontiera Settentrionale. Le origini di questi gruppi tribali sono svariate, con una probabile dominanza di etnie dell'Asia Settentrionale. I frequenti contatti della Corea con le stirpi Mongoloidi sono alla base della differenza etnica e linguistica che i coreani mantengono rispetto ai cinesi, questi ultimi avendo avuto, al contrario, solo sporadiche influenze razziali e culturali dalle tribù nomadi del Nord. Mentre in Cina già si avvicendavano le prime dinastie [Shang (1573-1122 a.C.) - Zhou (1111-256 a.C.)], il Neolitico coreano andava superandosi con l'istituzione delle prime comunità di villaggio e con la conoscenza di una primitiva metallurgia unitamente ad altri fenomeni ed innovazioni discontinue rispetto alla linearità che questo periodo aveva mantenuto. Verosimilmente si è trattato delle prime influenze 5

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Giuseppe De Stefano Contatta »

Composta da 114 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1376 click dal 13/09/2011.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.