Skip to content

Il conflitto israelo-libanese dell'estate 2006

Informazioni tesi

  Autore: Mauro Campus
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2009-10
  Università: Università degli Studi di Cagliari
  Facoltà: Scienze Politiche
  Corso: Relazioni internazionali
  Relatore: Liliana Saiu
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 109

Il conflitto israelo-libanese dell'estate del 2006 analizzato nel suo percorso storico, partendo dal rapimento dei soldati israeliani e dal contemporaneo bombardamento del nord di Israele, e arrivando alle reazioni diplomatiche descritte attraverso documenti e dichiarazioni ufficiali delle personalità coinvolte. Le prese di posizione di Hezbollah, di Olmert e della Livni, di Siniora, di Bush e della Rice, di Solana. La Conferenza di Roma, il ruolo della diplomazia italiana ed europea. Gli effetti geopolitici del conflitto: il ridimensionamento israeliano e le forti critiche. La Commissione Winograd. Il rafforzamento di Hezbollah, il sostegno iraniano e il ruolo della Siria. Il fallimento della politica mediorientale dell'amministrazione repubblicana. Gli effetti umanitari del conflitto, le critiche delle organizzazioni umanitarie e i costi della ricostruzione.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
4 Introduzione Anche il decennio appena trascorso, come i precedenti, ha visto l‟area mediorientale al centro della scena internazionale. Il motivo principale va ricercato nella politica estera promossa dall‟amministrazione americana del Presidente George W. Bush, basata sulla guerra senza quartiere al terrorismo nelle enclavi in cui questo si riteneva avesse le sue basi. In questo quadro, tutta l‟attenzione dell‟opinione pubblica è stata catturata dagli eventi susseguitisi in Afghanistan prima e in Iraq dopo. Per questa ragione, il conflitto che nell‟estate del 2006 ha visto confrontarsi nel territorio libanese l‟esercito israeliano e le milizie di Hezbollah ha colto molti di sorpresa, non perché la zona sia solitamente tranquilla, ma piuttosto in quanto la rapidità dell‟escalation, la durata insolitamente lunga e la violenza dell‟ennesima guerra che insanguinava l‟area sono state certamente inattese. Tutto ciò ha riportato l‟attenzione internazionale su una regione la cui visibilità era passata in secondo piano, a causa delle guerre ben più lunghe e cruente che si combattevano contemporaneamente nei Paesi vicini. Questo lavoro si propone di analizzare quanto accaduto per fornire una chiave di lettura che ne valuti l‟importanza complessiva e per poter meglio comprendere le dinamiche geopolitiche che interessano non solo i due attori direttamente coinvolti, ma anche lo Stato libanese, la Siria e l‟Iran, oltre ovviamente agli Stati Uniti e all‟ONU. Per farlo, è stata necessaria un‟analisi approfondita dei numerosi documenti che sono stati pubblicati sia nel corso dei giorni di guerra che successivamente. Rivestono un‟importanza fondamentale le Risoluzioni dell‟ONU che si sono occupate delle vicende libanesi nel corso dei decenni, per arrivare alla Risoluzione 1701, che rappresenta lo sbocco finale della crisi. Altrettanto importanti le numerosissime conferenze stampa e comunicazioni ufficiali degli Stati coinvolti, in primis quelle del Gabinetto israeliano, in particolare del Primo Ministro e del Ministero degli Esteri, gli interventi del Primo Ministro libanese, oltre alle dichiarazioni rese attraverso canali non ufficiali da Hezbollah, contendente atipico che si esprimeva attraverso le frequenze della propria televisione. Per comprendere la concatenazione e lo sviluppo diplomatico che ha portato al cessate il fuoco sono state analizzate anche le varie conferenze stampa e le comunicazioni ufficiali rilasciate dal Segretario Generale dell‟ONU, dal Presidente e dal Segretario di Stato americano, dal G8 e dall‟Unione Europea. L‟abbondanza di fonti relative alle posizioni dei Paesi occidentali contrasta con la difficoltà riscontrata nel reperire altrettanto riguardo ai Paesi arabi coinvolti, i quali, pur giocando dietro le quinte un ruolo decisivo, non hanno prodotto una mole documentale rintracciabile in una lingua diversa dall‟arabo, ma solo attraverso organi di stampa. Oltre allo sviluppo diplomatico, è stato altresì analizzato l‟effetto della guerra a livello umanitario, attraverso l‟ampia documentazione fornita sia da organismi facenti riferimento alla comunità internazionale, come lo Human Rights Council, che opera in seno all‟ONU, sia ai organizzazioni non governative dal valore ampiamente riconosciuto, come Amnesty International e Human Rights Watch. I documenti ufficiali resi pubblici dallo Stato di Israele sono stati inoltre necessari per descrivere le conclusioni cui è giunta la Commissione Winograd, istituita per indagare le responsabilità interne circa l‟andamento della guerra, mentre le conclusioni ufficiali

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

israele
iran
siria
gerusalemme
onu
roma
rice
amnesty international
bush
beirut
libano
unifil
hezbollah
damasco
olmert
siniora
livni
risoluzione 1701
winograd
human rights watch
cana
tel aviv

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi