Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Creare una web radio

Nell'elaborato viene presentato il mondo delle web radio. L'analisi segue due distinti percorsi: uno tecnologico e l'altro strategico. Nella prima parte si può inoltre ritrovare un'esposizione generica, descrivente il fenomeno, la storia, le licenze eventualmente necessarie. Vengono in seguito citati i più noti software reperibili sul web per creare la propria stazione radio. Infine viene analizzato il modello di business di questo media in base al realizzatore e promotore della stessa.

Mostra/Nascondi contenuto.
- 3 - INTRODUZIONE La radio rappresenta uno dei più rivoluzionari strumenti di comunicazione. Fin dalla sua nascita si è resa subito protagonista nei grandi sviluppi e nelle grandi rivolte. Con la diffusione su larga scala di internet, non è mancato il suo approdo nella rete telematica. Allora la “radio” diventa “web radio” e la sua struttura e il suo aspetto cambiano radicalmente. Nel presente lavoro ho iniziato con una presentazione di questo nuovo media, non mancando di citare alcune delle tappe fondamentali della sua nascita e diffusione. Sempre nel primo capitolo ho continuato presentando l‟Associazione di Web Radio (WRA), che si batte dalla sua fondazione per la tutela e la promozione delle radio online in Italia, e della descrizione delle licenze necessarie nel caso in cui non utilizzeremo una rete esterna per la diffusione dei nostri contenuti. Nel capitolo 2 ho voluto conoscere gli aspetti tecnologici alla base di una web radio. Mi sono occupata della descrizione delle diverse tipologie di diffusione di dati in streaming, quindi di presentare le applicazioni disponibili e spesso gratuite reperibili sul web per creare la nostra radio. Infine nel capitolo conclusivo ho puntato l‟attenzione sugli aspetti strategici alla base della sua nascita: cosa offre di distintivo, a chi è destinata, in che modo cambia il servizio offerto, come cambiano le fonti di ricavo. Si può notare come la semplicità di creazione di una stazione radio online, o comunque di un piccolo spazio nella rete dal quale trasmettere i nostri contenuti audio, possa presentarci subito da protagonisti nella rete telematica. Il mondo di internet ci rende ancora una volta più partecipi, interattivi e “alla pari”: come la diffusione dei blog dove ognuno può dire la sua fiondandosi in una realtà geograficamente illimitata, così per le radio online si realizza la possibilità anche per utenti meno esperti e senza spese eccessive di presentarci e di presentare le nostre idee e interessi ad un pubblico sempre più selettivo e frammentato. Parlare di radio personale fino a 20 anni veniva considerato utopico, oggi invece anche questo mondo è alla portata di tutti. Il presente lavoro vuole però discostarsi da visioni troppo ottimistiche ed entusiaste, ma vuole presentare questa realtà in modo analitico, non mancando di elencare i lati meno radiosi di questa tecnologia. Per ora, riferendoci al caso italiano, la diffusione della banda larga rappresenta ancora un ostacolo alla diffusione delle web radio, ma i dati rivelano che il numero di ascoltatori è in forte crescita. E c‟è già chi è pronto a scommettere che le radio tradizionali saranno presto riposte in soffitta.

Laurea liv.I

Facoltà: Ingegneria

Autore: Susanna Caruso Contatta »

Composta da 24 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1622 click dal 23/09/2011.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.