Skip to content

Il poliformismo narrativo e linguistico in INLAND EMPIRE di David Lynch

Informazioni tesi

  Autore: Federica Paghi
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2008-09
  Università: Università degli Studi di Siena
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Radiofonia e linguaggi dello spettacolo e del multimediale
  Relatore: Gabriele Biotti
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 136

INLAND EMPIRE si sviluppa come un film in fieri, che nasce, cresce, senza un inizio o una fine ben precisa, ma seguendo le innumerevoli direzioni che lo conducono a innumerevoli strade, a innumerevoli esistenze, a innumerevoli soluzioni.
Lynch raggiunge, con quest’ultima opera, l’apice del suo percorso attraverso le identità frammentate dell’essere umano, che se, nei due precedenti film era sembrato semplicemente duplicarsi, qui si moltiplica in maniera esponenziale.
Se in Mulholland Drive eravamo in presenza di una sceneggiatura tortuosa, malleabile, ma con una struttura possibile da ricomporre, in INLAND EMPIRE assistiamo ad una storia in via di sviluppo.
Utilizzando le parole di Deleuze potremmo dire che la sua creazione è una questione di divenire, sempre incompiuta, sempre in fieri, e che travalica qualsiasi materia vivibile o vissuta.
Il divenire, il trasformarsi, il rivelarsi sono i veri protagonisti del film, in cui non c’è mai una forma stabilita, un’identità acquisita, poiché il divenire non significa raggiungere una forma, ma trovare la zona di vicinanza, d’indiscernibilità o d’indifferenziazione (Deleuze, Critica e clinica) tale che una donna non abbia più possibilità di distinguersi da tutte le altre, poiché lei stessa è tutte le altre. Nikki Grace, Susan Blue, la Lost girl, la prostituta, non saranno altro che camaleontiche facce di una stessa persona.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
3 Introduzione Prima di occuparmi dell’intricato impero della mente che è INLAND EMPIRE, è fondamentale che illustri quelli che sono i mostri e le creature da cui è caratterizzato il mondo oscuro di David Lynch. I suoi film si inseriscono in quel contesto comunemente chiamato periodo postmoderno, di cui, nel primo capitolo, tenterò di tracciare, in maniera sommaria, le caratteristiche e le differenze che lo contraddistinguono dal pensiero e dalla logica moderna. Successivamente il mio discorso proseguirà ad analizzare il cinema che si è sviluppato in questo periodo e i temi che ha maggiormente preso in considerazione, uno su tutti la crisi dello sguardo in quanto strumento di conoscenza. E’ in questo panorama incerto e indefinito che INLAND EMPIRE (INLAND EMPIRE – L’ impero della mente, 2006), trova un posto di rilievo assoluto, arrivando addirittura a situarsi in una posizione che oltrepassa il pensiero postmoderno, verso un nuovo modo di pensare e di fare cinema. Dopo aver ricreato questa panoramica generale, il mio discorso si dirigerà verso i mondi e i personaggi lynchiani, attraverso un breve riassunto delle opere del regista americano, che miri a delineare quell’immaginario in cui realtà e fantasia si mescolano e si sovrappongono, fino a non risultare più riconoscibili. In questo rapido excursus prenderò in esame quelle opere come Eraserhead - La mente che cancella (Eraserhead, 1977), The elephant man (id., 1980), Velluto blu (Blue velvet,1986), I segreti di Twin Peaks (Twin Peaks, 1990-91), Fuoco cammina con me (Twin Peaks: Fire Walk with Me, 1992), Strade perdute (Lost highways, 1996), Mulholland drive (id., 2001), le cui tematiche e il cui stile possono essere d’aiuto nell’analisi del suo ultimo film. Opere in cui il protagonista è il soggetto postmoderno, debole e frammentario, che si presenta per la sua natura schizofrenica e paranoica. Un soggetto diviso, che moltiplica le proprie identità in maniera esponenziale fino a perdersi nel mare delle possibilità, che passa da una presunta duplicità dell’essere (Strade perdute, Mulholland drive) fino ad una incalcolabile molteplicità (INLAND EMPIRE).

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

sigmund freud
gilles deleuze
rizoma
hollywood
postmoderno
metacinema
esperienza sensoriale
jean baudrillard
david lynch
mulholland drive
jacques derrida
primo piano
strade perdute
coazione a ripetere
inland empire
rabbits

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi