Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

I Contratti a Contenuto Formativo

Nell'elaborato viene affrontata la complessa materia dei contratti di lavoro a contenuto formativo nella sua evoluzione normativa, dottrinale e giurisprudenziale.
Oggetto centrale di studio è il contratto di apprendistato, la più antica forma di formazione sul lavoro, che viene analizzato a partire dalla sua prima disciplina organica contenuta nella legge n. 25/1955 per giungere alla nuova radicale trasformazione dello stesso nelle forme stabilite dal d.lgs. n. 276/2003. La riforma è letta attraverso i commenti della dottrina più autorevole e della giurisprudenza più determinante per comprenderne il grado di penetrazione nell'ordinamento a distanza di sette anni dalla sua introduzione. A tal fine viene anche analizzato più da vicino il risultato della contrattazione collettiva nel settore del turismo.
Vengono altresì passati in rassegna i principali temi relativi l'esperimento, ormai concluso, dei contratti di formazione e lavoro e all'introduzione della nuova figura del contratto di inserimento, contratto non propriamente formativo ma anch'esso figlio della dialettica decennale tra formazione e politiche occupazionali.

Mostra/Nascondi contenuto.
3 CAPITOLO I EVOLUZIONE DEI CONTRATTI CON FINALITA’ FORMATIVE NEL NOSTRO ORDINAMENTO 1. Cenni storici I moderni contratti di lavoro con finalità formative, e in particolare il più antico contratto di apprendistato, hanno radici profonde, trovando nutrimento in quel peculiare rapporto che per secoli ha legato il maestro all’allievo nell’opera di formazione, professionale e umana, necessaria al giovane per entrare nel mondo del lavoro con un patrimonio di competenze tali da renderlo pienamente produttivo e perfettamente autonomo in un contesto economico fondato su un’economia artigianale e con un mercato di riferimento molto ridotto. Si hanno notizie di forme assimilabili alla moderna “formazione sul lavoro” già nell’antico Egitto e in età greco-romana 1 , dove generalmente il rapporto è di tipo familiare e connesso alla coabitazione dell’allievo con il maestro con conseguente onere a carico di quest’ultimo di mantenimento ed educazione. Rispetto al moderno contratto formativo la prospettiva appare però rovesciata poiché “la prestazione dell’insegnamento (il lavoro) grava sul docente 1 Per un dettagliato approfondimento del percorso storico e normativo anche in un ottica comparatistica Cfr. VARESI P. A., I contratti di lavoro con finalità formative, Milano, 2001; RUDAN M., Il contratto di tirocinio, Giuffrè, Milano, 1964.

Tesi di Laurea Magistrale

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Raffaele Filardo Contatta »

Composta da 192 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1663 click dal 27/09/2011.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.