Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Analisi delle principali tecnologie applicate al settore automotive

Con la fine dell’era del motore a benzina sempre più prossima, ecco che rientra in gioco chiunque abbia da proporre una valida alternativa. In questo senso, ripartono da zero tutte le case automobilistiche.
La realtà è che tutte le case automobilistiche mondiali stanno investendo miliardi di dollari in Ricerca e Sviluppo, e non hanno altra scelta.
Gli USA, primo mercato automobilistico al mondo, rimarranno il principale terreno di scontro in questa “guerra dell’auto pulita”, almeno a medio termine; e non mancheranno le sorprese, se un paio dei grandi marchi nazionali non dovessero reggere ad un simile terremoto. Ma in ultima analisi sarà la tecnologia, e l’accettazione di quella tecnologia da parte del consumatore, a decretare chi vincerà la guerra (se l’auto elettrica, l’auto a idrogeno, le biomasse o altro).
Ed è molto probabile che la scelta delle tecnologie leader varierà in funzione delle particolari esigenze, caratteristiche e risorse di un determinato Paese o di una determinata area geografica. Ma la transizione alle fonti rinnovabili appare l’unico dato certo.
Ma considerando che il sogno delle emissioni zero e dell’elettrico puro non è ancora dietro l’angolo, la miglior strada da percorrere ora sembra quella che vede un impegno nel produrre i maggiori sforzi possibili al fine di migliorare le prestazioni ambientali di ciò che già esiste e sul quale è possibile concretamente lavorare fin da subito, senza ulteriori e dispersivi indugi.

Mostra/Nascondi contenuto.
- 6 - INTRODUZIONE a questione della mobilità è uno dei nodi piø delicati e controversi nel dibattito sviluppatosi negli ultimi decenni. In particolar modo le problematiche relative alla mobilità privata ed al rapporto cittadino-auto-città hanno assunto risvolti forse inimmaginabili fino a pochi anni fa. Il fine ultimo è proprio questo: condividere il sogno di un veicolo a zero emissioni (per il quale viene utilizzato l’acronimo Zev), sfruttando le conoscenze sulle nuove tecnologie, di cui già si è in possesso, e su quelle che verranno in futuro sviluppate. Il notevole utilizzo dei combustibili fossili è fortemente legato ai processi di produzione di energia, agli impianti di riscaldamento e, in particolar modo, al modello attuale di mobilità incentrato sui veicoli tradizionali a combustione interna (diesel e benzina), responsabili di un decimo della produzione totale di CO 2 ; la seguente tabella è utile a fornire l’idea dell’andamento crescente negli ultimi due secoli per quanto concerne la produzione di CO 2 1 . Periodo storico Quantità di CO 2 nell’atmosfera Fine 1800 280 parti per milione (ppm) Metà del 1900 316 ppm Fine 1900 367 ppm Nel 2006 370 ppm 1 “LA STRADA PER KYOTO”, Convegno a cura della Commi ssione Tecnica dell’ACI L

Laurea liv.I

Facoltà: Economia

Autore: Andrea Balla Contatta »

Composta da 85 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2268 click dal 27/09/2011.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.

 

 

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:
×