Skip to content

Alice magistra vitae: un manuale di vita per grandi e piccini

Informazioni tesi

  Autore: Chiara Ciarpelli
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2010-11
  Università: Università degli Studi di Bologna
  Facoltà: Lingue e Letterature Straniere
  Corso: Lingue e Letterature Straniere
  Relatore: Gino Scatasta
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 31

Organizzerò il mio lavoro in 4 parti: nella prima parte farò un breve excursus sulla vita di Carroll; nella seconda analizzerò l’opera di Alice’s adventures in Wonderland ; nella terza avvalorerò la mia tesi con delle nozioni di psicanalisi e nella quarta mi concentrerò sull’utilità di quest’opera nell’insegnamento (con alcune proposte operative in classe) e sul perché essa può essa può essere considerata come una “guida per crescere”. Infine nella conclusione aggiungerò qualche considerazione personale, basandomi sulle considerazioni avanzate in precedenza.
La storia offre una pluralità di approcci ludici che permettono ai bambini di ritrovare se stessi, migliorare le relazioni in un contesto fantastico, e di quest’ultimo analizzare i plurimi punti di vista attraverso le forme di rielaborazione, favoriti dalla rielaborazione di diversi linguaggi. Attraverso i personaggi, gli eventi, i luoghi, i bambini imparano a conoscere come funziona il mondo degli uomini e quello delle cose, a riconoscere le emozioni e a nominarle e si servono delle parole ascoltate per dar voce ai loro pensieri e stati d’animo. In tal modo, oltre a risultare un’esperienza gratificante in sé, affettivamente intensa e carica di tonalità emotiva, la lettura di storie nell’infanzia costituisce anche un’attività privilegiata per introdurre i bambini alle prime conoscenza sulla lingua scritta, sviluppando le radici dell’alfabetizzazione. Infine, il racconto costituisce l’ideale mediazione per rintracciare più facilmente le coordinate che danno senso e significato al “ritrovarsi insieme a scuola” , generando quell’incontro tra bambini, adulti e realtà circostante dal quale nascono relazioni, ricerche, esperienze, occasioni di sperimentazioni percettive, spaziali, comunicative e materiche grazie alla innata curiosità esplorativa dei bambini.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
3 1. LEWIS CARROLL: BIOGRAFIA ‖Poiché l‘infanzia gli rimase tutta quanta dentro, Lewis Carroll potè fare ciò che nessun altro era stato capace di fare – potè ritornare a quel mondo, potè ricrearlo al punto da far tornare bambini noi stessi. E‘ per questa ragione che i due libri di Alice non sono libri per bambini; sono i libri in cui noi diventiamo bambini.‖ Virginia Woolf Il 4 luglio 1862 Charles Lutwidge Dodgson scrisse sul suo diario: ―Duckworth and I made an expedition up the river to Godstow with three Liddells: we had tea on the bank there, and did not reach Christ Church again till quarter past eight, when we took them on to my rooms to see my collection of microphotographs, and restored them to the Deanery just before nine‖. 1 Mentre Duckworth remava a prua e Dodgson a poppa, Alice Liddell chiese espressamente al reverendo di narrarle una storia. Così tutto ebbe inizio: Carroll improvvisò una storia intricata e misteriosa sotto gli occhi increduli del suo amico Duckworth e delle tre fanciulle, una storia che probabilmente ronzava già da tempo nella mente dell‘autore ma che prese vita proprio in quel pomeriggio assolato di luglio. L‘equipaggio intanto percorse tre miglia lungo il fiume verso Godstow e, come disse Alice, si riposarono per un po‘ all‘ ―ombra dei covoni di fieno‖. Quando infine Dodgson le riaccompagnò a casa, Alice, augurando la buonanotte, gli chiese espressamente ―Oh, Mr. Dodgson, I wish you would write out Alice‘s adventures for me!‖ 2 . Il reverendo rimase sveglio tutta la notte per mantenere la promessa. Nelle settimane successive, i periodi di frequentazione si alternavano a lunghe separazioni, a causa dei capricci di una madre vittoriana, Mrs. Liddell, che poco credeva nell‘amicizia disinteressata tra un uomo adulto e delle bambine. La rottura definitiva avvenne nel 1864, quando Mrs. Liddell decise di impedire tassativamente alle figlie di trascorrere i pomeriggi in compagnia di Lewis Carroll; in effetti, Alice, ormai tredicenne, stava attraversando il difficile periodo adolescenziale e lo stesso Carroll aveva da tempo perso interesse nei suoi confronti. Comunque Carroll continuò il suo lavoro, che nel febbraio del 1863 poteva dirsi ultimato. Ne fu inviata immediatamente una copia al suo amico George MacDonald, a cui fu particolarmente gradito e uno alla famiglia Liddell, di cui però non conosciamo il parere in merito. 1 Pudney, J, .Lewis Carroll and his world, London : Thames & Hudson 1978 , p. 5 2 Ibidem

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

insegnamento
pedagogia
bambini
alice
paese delle meraviglie
leggere
crescere
maestra

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi