Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La Proprietà Intellettuale Farmaceutica in Brasile

La proprietà intellettuale farmaceutica è la disciplina che regola l’attribuzione di diritti di commercializzazione esclusiva ad un’invenzione sottoposta a controllo brevettuale. Al centro della formazione delle normative inerenti si pone il rapporto tra la necessità di garantire i diritti di monopolio derivanti dall’attribuzione di un brevetto, e il rispetto di alcuni diritti fondamentali come il diritto alla vita, alla salute, alla dignità umana: il bilanciamento di questi due aspetti rappresenta oggi una delle grandi questioni della contemporaneità.
Il dibattito attorno alla proprietà intellettuale farmaceutica è di grande attualità in un paese come il Brasile, dove la diffusione del virus dell’HIV rappresenta una grave emergenza sanitaria nazionale che investe al giorno d’oggi circa 800.000 persone. Sono state inizialmente analizzate le previsioni legislative adottate sul piano nazionale dall’ingresso del paese nel WTO, tra le quali riveste un ruolo di notevole importanza l’affrancamento, nell’iter brevettuale di un’invenzione realizzata nel campo della farmaceutica e della biotecnologia, di un’agenzia operante nell’ambito del Ministero della Salute (ANVISA) e giudicante i brevetti dal punto di vista dell’interesse sociale e delle necessità sanitarie della popolazione, e non più soltanto sulla base dei comuni criteri economici che guidano gli Uffici Brevetti di tutto il mondo.
In seguito sono stati discussi alcuni contenziosi giudiziari sollevati presso le Corti brasiliane, e relativi ai termini di protezione dei brevetti realizzati prima dell’adozione dell’Accordo TRIPS (che ha stabilito standard minimi di protezione della proprietà intellettuale per tutti gli Stati-membri del WTO), quando in Brasile non era concessa alcuna brevettabilità ai farmaci e ai rispettivi processi produttivi.
In conclusione è stato esaminato il complesso processo di negoziazione condotto dai governi brasiliani con le multinazionali farmaceutiche, finalizzato ad una riduzione del prezzo di quei farmaci protetti da brevetto ma importanti per il programma nazionale di distribuzione gratuita di antiretrovirali, nei cui confronti si sono concentrati gli sforzi dell’attività politica degli ultimi anni.
L’obiettivo di questo studio è analizzare euristicamente la composizione di tutte queste istanze giuridiche, politiche e sociali.

Mostra/Nascondi contenuto.
4 Introduzione L’attribuzione di diritti di proprietà intellettuale ha significative conseguenze di tipo economico, sociale e culturale, che possono influenzare il rispetto dei diritti umani. 1 Questo concetto, affermato dallo United Nations Committee on Economic, Social and Cultural Rights nel 2001, riassume gran parte delle difficoltà riscontrate nel bilanciamento dei diritti di proprietà, e di diritti inalienabili come il diritto alla vita, alla salute e alla dignità, e rappresenta una delle grandi questioni della contemporaneità. Se si guarda ai diritti di proprietà intellettuale (IPR) da un punto di vista economico, essi costituiscono la principale risorsa per le compagnie farmaceutiche in un’ottica di remunerazione degli investimenti fatti nel campo della ricerca. Tuttavia, è altresì vero che il monopolio e l’aumento dei prezzi derivanti dall’attribuzione di diritti di commercializzazione esclusiva di un farmaco, confligge inevitabilmente con il conseguimento, attraverso politiche pubbliche, del più alto regime di rispetto dei diritti umani. Al centro di questo dibattito si collocano alcune variabili che influenzano l’opinione pubblica e la società civile nella determinazione del giusto equilibrio tra interessi di natura economica, legati all’iter di approvazione dei brevetti farmaceutici nei singoli stati nazionali, e l’accesso ai farmaci e a trattamenti sanitari adeguati. Alcune di queste sono da identificare nelle caratteristiche sociali di una popolazione, che nel caso del Brasile occupano una posizione di assoluta preminenza. La necessità di maggiore perequazione in campo sociale ed economico all’interno della popolazione brasiliana è forte tanto più accentuati risultano i bisogni in termini di trattamenti 1 Tratto da Substantive Issues Arising in the Implementation of the International Covenant on Economic, Social and Cultural Rights. Follow-up to the day of general discussion on article 15.1 (c), Human Rights and Intellectual Property. United Nations Committee on Economic and Cultural Rights, E/C.12/2001/15, 14 Dicembre 2001.

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Alessandro Mosca Contatta »

Composta da 93 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 679 click dal 05/10/2011.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.