Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Sviluppo e implementazione di firmware per microcontrollore per la gestione di un logger GPS con interfaccia Bluetooth

Oggi i microcontrollori sono dappertutto, dai telefoni cellulari agli elettrodomestici. Data la loro alta riprogrammabilità, sono ideali per dotare un apparato elettronico di un componente intelligente in grado di gestire ogni aspetto di funzionamento. Argomento della tesi è la realizzazione del firmware, ovvero la programmazione, di un microcontrollore che dovrà gestire le comunicazioni tra un modulo GPS (un dispositivo in grado di ricevere da satellite informazioni sull'attuale posizione geografica del dispositivo) e un modulo Bluetooth, in grado a sua volta di trasmettere le informazioni ricevute ad un computer o ad un altro dispositivo (es. uno smartphone) senza ricorrere a cavi. Il logger realizzato è inoltre in grado di memorizzare tali informazioni su una flash memory (la durata del logging è di circa 9 ore con le scelte fatte), in modo da poterle poi scaricare tutte in una volta. La conclusione è quella di poter così ricorrere ad un software (come il freeware Google Earth) per ottenere la ricostruzione fedele del percorso effettuato durante il logging, compresi anche profili di velocità e altimetria. La programmazione è avvenuta sfruttando il linguaggio C.

Mostra/Nascondi contenuto.
4 INTRODUZIONE Questo lavoro di tesi si pone come obiettivo lo sviluppo e l’implementazione del firmware per un microcontrollore che gestisce un logger GPS con interfaccia Bluetooth. Per prima cosa occorre chiarire alcuni concetti fondamentali: innanzi tutto, cos’è un logger GPS (figura 1). Si tratta di un dispositivo in grado di ricevere informazioni sulla propria localizzazione geografica via satellite, attraverso il sistema GPS, di memorizzarle su una flash memory, e successivamente trasmetterle tramite interfaccia Bluetooth ad un altro dispositivo, ad esempio un PC. Ad esempio, dopo aver effettuato una sessione di logging, basta semplicemente scaricare le varie informazioni su un PC, salvarle in un file di testo con estensione .nmea ed aprire il file così ottenuto in un programma come Google Earth: verrà visualizzato il percorso corrispondente ai dati memorizzati nella flash. Un altro utilizzo può essere il controllo degli spostamenti di un veicolo che sia dotato di un dispositivo del genere. Con la memoria adottata e le impostazioni scelte, si può arrivare a quasi dodici ore di logging. Fig. 1 – Il logger GPS oggetto di questa tesi Il cuore di tale dispositivo è un microcontrollore MC9S08QE128 prodotto da Freescale Semiconductor, microcontrollore a 8 bit dotato di numerose interfacce verso l’esterno.

Laurea liv.I

Facoltà: Ingegneria

Autore: Angelo Pascadopoli Contatta »

Composta da 100 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1079 click dal 13/10/2011.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.