Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La rendicontazione socio-ambientale: stato dell'arte e dinamiche evolutive

Col passare degli anni si va affermando l’idea che l’impresa è chiamata ad una sfida nuova: spostare l’attenzione dall’obiettivo del profitto alla creazione di valore nel lungo periodo per la società, nel rispetto dell’ambiente e dei diritti inviolabili dell’uomo. Le imprese, inoltre, in una prospettiva “multi-stakeholder” sono impegnate nella soddisfazione delle esigenze di tutti coloro che con essa interagiscono. Un ruolo importante è svolto dall’Unione Europea e dalle organizzazioni internazionali che attraverso l’emanazione di linee guida e standard, mirano alla diffusione della responsabilità sociale tra le imprese. Sfida del futuro è che questo approccio sia implementato non solo in grandi multinazionali, ma anche in imprese di dimensioni più piccole. A tal fine è fondamentale il ruolo svolto dalle “reti” di imprese e dalle reti di tutti gli attori presenti sul territorio.
L’obiettivo del presente lavoro è quello di delineare lo stato dell’arte della Responsabilità Sociale d’Impresa e di metterne in evidenza le possibili future direttrici.
Nel primo capitolo si mostra l’evoluzione del pensiero teorico della RS e si fa cenno al contributo dell’UE in materia di RS e al tema dell’accountability, ovvero al dovere delle imprese di “render conto” agli stakeholder delle proprie attività.
Nel secondo capitolo, invece, si descrivono i principali strumenti della RS quali il codice etico, il bilancio ambientale, il cause related rmarketing e la carta dei valori e le certificazioni sociali.
Nel terzo ed ultimo capitolo, dedicato alla rendicontazione, si fa cenno ai diversi modelli di accountability e agli standard di rendicontazione. L’attenzione è posta principalmente sullo strumento cardine della RS: il Bilancio Sociale. L’ultima parte del capitolo è dedicata alla Responsabilità Sociale di Territorio, in un ottica di Rendicontazione Territoriale. L’obiettivo è evidenziare come può avvenire lo sviluppo del territorio attraverso la RS delle rete e di tutti coloro che la compongono.

Mostra/Nascondi contenuto.
INTRODUZIONE I comportamenti aziendali che, attraverso l’adozione di prassi e modelli, tendono ad integrare il valore economico con quello sociale costituiscono l’area della Responsabilità Sociale. Negli ultimi anni è in continuo aumento l’interesse per le iniziative che legittimano l’impresa agli occhi della società civile. La volontà di tradurre in programmi concreti i principi dettati dallo sviluppo sostenibile e l’evoluzione delle dinamiche economiche hanno portato ad un profondo radicamento dei principi etici, dell’attenzione all’ambiente e al sociale, nelle imprese moderne. In particolare i fattori critici da considerare sono la globalizzazione dei mercati, l’abbattimento delle barriere per gli scambi internazionali, la standardizzazione dei prodotti e del consumo, dovuta ad un diverso comportamento d’acquisto dei consumatori, che vivono il processo d’acquisto come una vera e propria “esperienza d’acquisto” ed infine la volontà di soddisfare le esigenze di tutti gli stakeholder dell’impresa e di creare valore allargato nel lungo periodo per tutta la rete degli stessi. L’idea che oggi si ha di questo approccio è che non consiste in un fenomeno passeggero, ma costituisce il comportamento dell’impresa del futuro. In tal senso si vuole far riferimento non solo alle grandi multinazionali, ma anche e soprattutto alle imprese di medie e piccole dimensioni fortemente radicate in un territorio e inserite in un network costituito da un insieme di attori quali autorità

Tesi di Laurea Magistrale

Facoltà: Economia

Autore: Alessia Festa Contatta »

Composta da 189 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 813 click dal 18/10/2011.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.