Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Disturbi alimentari, dissociazione e autolesionismo. Una relazione complessa.

I Disturbi del Comportamento Alimentare e l'autolesionismo sono fenomeni frequentemente associati. In questo lavoro si analizza la loro relazione con la dissociazione che viene qui considerata il fattore che accomuna questi sintomi, in modo particolare all'interno del Disturbo Borderline di Personalità. Si indaga anche su come le problematiche trattate abbiano la loro origine in una relazione di attaccamento disfunzionale e si sottolinea l'influenza del trauma nella genesi della dissociazione. Si tratterà di come questo meccanismo di difesa si manifesti in varie forme e il modo in cui i sintomi rappresentino un tentativo di far fronte agli stati dissociativi e ai vissuti traumatici. Verranno infine date alcune indicazioni utili per il trattamento.

Mostra/Nascondi contenuto.
5 Introduzione Questo lavoro si propone di approfondire la relazione tra i Disturbi del Comportamento Alimentare e l'autolesionismo, dal momento che questi sintomi sono frequentemente concomitanti (Paul et al., 2002). L'interesse per queste patologie è aumentato negli ultimi anni a causa della loro diffusione sempre maggiore, soprattutto tra le giovani donne (Giberti, Rossi, 2009; Rossi Monti, D'Agostino, 2009). Se le patologie alimentari hanno acquisito una precisa autonomia diagnostica, l'autolesionismo viene considerato un sintomo caratteristico di altre sindromi o del Disturbo Borderline di Personalità. Alcuni Autori, tuttavia, propongono di leggerlo come una sindrome autonoma (Favazza, Rosenthal, 1993). Anche se si tratta di un aspetto controverso, gli stessi disturbi alimentari possono essere interpretati come una forma di autolesionismo indiretto (Pani, Ferrarese, 2007). Verrà inoltre trattata la presenza di queste patologie nell'ambito del Disturbo Borderline di Personalità. Solo una parte delle persone con disturbi alimentari presenta questo tipo di personalità. Questi pazienti presentano generalmente una sintomatologia più grave e una generale difficoltà nel controllo degli impulsi, che si manifesta anche attraverso i comportamenti autolesivi (Yu Chen et al., 2009). Sarà dunque presa in considerazione l'eziologia di tali disturbi e in particolar modo verrà trattata l'influenza delle relazioni di attaccamento nell'infanzia. Verranno pertanto analizzate l'influenza della disorganizzazione dell'attaccamento nella genesi della dissociazione (Liotti, 2000) e le dinamiche che sottendono lo sviluppo dei disturbi trattati (Fonagy, 2010; Codiposti, Simonelli, 2006). Si affronterà quindi l'ipotesi secondo cui ciò che accomuna i disturbi dell'alimentazione a livello borderline e l'autolesionismo sia la dissociazione (Vanderlinden, Vandereycken, 1998). Verrà analizzato il ruolo del trauma nello sviluppo di tale meccanismo di difesa e saranno presi in considerazione diversi aspetti della dissociazione che sembrano essere alla base delle emozioni e dei comportamenti caratteristici delle patologie trattate (Nijenhuis, 2007; Steinberg, Scnall, 2006). Si cercherà di interpretare il significato dei comportamenti autodistruttivi e si

Tesi di Laurea Magistrale

Facoltà: Psicologia

Autore: Serena Vallana Contatta »

Composta da 134 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 6857 click dal 25/10/2011.

 

Consultata integralmente 5 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.