Skip to content

Progetto e realizzazione su FPGA di un sistema di acquisizione e sincronizzazione dati

Informazioni tesi

  Autore: Candido Roberto Caputo
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2010-11
  Università: Università degli Studi della Calabria
  Facoltà: Ingegneria
  Corso: Ingegneria dell'informazione
  Relatore: Marco Lanuzza
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 89

Il lavoro svolto in questa tesi, riguarda la progettazione di un sistema di acquisizione e sincronizzazione di dati proposto dalla Xilinx nella application note XAPP225; la fase sperimentale della tesi, svolta in laboratorio con la supervisione del relatore Lanuzza Marco, riguarda proprio l’implementazione del progetto, le simulazioni i test e le misure, con l’uso dell’ambiente di sviluppo Xilinx ISE; questo lavoro viene esposto dal 5° capitolo in poi.
Prima di fare ciò però, non poteva mancare una concreta descrizione del software e dei sistemi elettronici utilizzati quali gli FPGA, utilizzati per l’implementazione e lo sviluppo e a cui viene dedi-cato il 1° capitolo.
Nella tesi verrà anche approfondita la tematica della sincronizzazione, nonché dei sistemi digitali sincroni e i problemi (la metastabilità) che affliggono tali sistemi.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
20 2 SISTEMI ELETTRONICI DIGITALI SINCRONI CON PIPELINE 2.1 La sincronizzazione In informatica, la sincronizzazione è la problematica dell'ordinamento temporale di operazioni. Se tutte le operazioni sono eseguite in serie, il problema della sincronizzazione non sussiste. Tutta- via, spesso, per sfruttare meglio il sistema e quindi accelerare le elaborazioni, si ricorre al paralleli- smo, che consiste nell'iniziare più flussi di esecuzione contemporanei (multithreading). Fintanto che le operazioni eseguite in parallelo usano parti distinte del sistema, non ci sono problemi, ma, quando due componenti hardware o software operano in parallelo sulla stessa parte del sistema, si può avere un conflitto. Il codice che può essere eseguito solo da un processo alla volta (perché contiene dati condivisi, ac- cesso a risorse, ecc.) si chiama sezione critica. Ora occorre introdurre una metodologia di progettazione di un sistema digitale sincrono. Alla base di tutto sta l'individuazione di un insieme di stati, in ciascuno dei quali si esplica una ben determi- nata azione(controllo, calcolo, decodifica ecc..); gli stati vengono via via assunti dal sistema per realizzare una operatività e vengono ripercorsi ciclicamente. Infatti, perché una macchina sia utile e necessario che essa operi ciclicamente, cioè che possa ripetere il proprio ciclo tante volte, quan- te sono richieste per realizzare l'operatività desiderata. Per tutto questo un sistema sequenziale sincrono può essere definito una macchina a stati sincrona. Intendendo realizzare un sistema digitale, dapprima se ne pianifica l'architettura complessiva, poi si passa alla progettazione delle macchine a stati che lo compongono, e infine si sviluppano le uni- tà di elaborazione dei dati. Il progetto delle macchine a stati è probabilmente il compito più creati- vo a cui è chiamato il progettista digitale. 2.2 Struttura generica di un sistema sincrono In genere un sistema sequenziale è complesso, quindi non è possibile trattarlo come un'unica uni- tà. Nella stragrande maggioranza dei casi però i sistemi digitali possono essere suddivisi in più parti o sottosistemi, gerarchicamente organizzati e che sono singolarmente trattabili in maniera sempli- ce. Se un sistema elabora numeri o segnali vocali digitalizzati o dati da un impianto tecnologico, una certa sua parte, che sarà indicata come unità dati, svolgerà i compiti di memorizzare, distribui- re, combinare o generalmente di elaborare dati. Un'altra parte del sistema, che sarà indicata come unità di controllo, si occuperà di far funzionare l'unità dati, di verificare eventuali condizioni opera- tive e di decidere che cosa fare secondo le circostanze. In genere, solo l'unità di controllo funziona da macchina a stati e come tale deve essere progettata. In fig. 2.1 è dato lo schema a blocchi gene- rale di un sistema, in cui sono indicate l'unità di controllo (CONTROL UNIT) e l'unità dati (DATA UNIT) insieme con le unità di INPUT e di OUTPUT.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

comunicazione
dati
sincronizzazione
sincrona
dispositivi digitali
sistema sincrono
metastabilità
flip flop
input stage
decision stage
variable lenght shift register
multi aggancio
multi stage synchronizer
dual stage synchronizer
metastability
tempo medio tra due eventi di guasto
mean time between failure
xapp225
trasmissione sincrona

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi