Skip to content

La costruzione del quadro conoscitivo nel progetto urbanistico. Le componenti del paesaggio urbano nel P.S.C. per Nocera Terinese

Informazioni tesi

  Autore: Dario Chiappetta
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2008-09
  Università: Università degli Studi di Reggio Calabria
  Facoltà: Architettura
  Corso: Pianificazione Territoriale, Urbanistica ed Ambientale
  Relatore: Domenico Passarelli
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 124

Solo un approccio di tipo paesaggistico nei confronti del territorio e della città, possono riportare la “qualità” come fondamento del progetto urbanistico, a qualsiasi scala esso si trovi ad operare; testimonianza di questo è dato dal fallimento dell’urbanistica, nel recente passato ma anche tuttora, ad affrontare le istanze dei cittadini, a dare risoluzione concreta ai problemi ambientali e formali del territorio e delle città, ed a gestire le risorse in modo razionale ed integrato. La complessa evoluzione del concetto e significato di paesaggio, dalla visione estetizzante fino alla più moderna di natura ecologico-culturale-percettiva e dei relativi metodi analitici e progettuali, assieme all’adeguamento dei vecchi P.R.G. in Piani Strutturali, (in base alle nuove leggi urbanistiche regionali, tra cui la 19/02 della Regione Calabria), ci ha fornito le basi per affrontare il nostro percorso di costruzione del quadro conoscitivo del P.S.C. per Nocera Terinese; percorso che si è concretizzato appunto, indagando il territorio di Nocera nelle sue componenti paesaggistiche, territoriali ed urbane, e proponendone una successiva ricomposizione mediante regole di natura integrata che si fondano su uno dei principi cardini della L.U.R. calabrese, quello della sostenibilità.

Le Fasi
La prima fase del percorso di costruzione del quadro conoscitivo è la diagnosi paesaggistica , cioè una lettura interpretativa integrata del territorio nocerese attraverso le sue componenti paesaggistiche e la successiva valutazione mediante l’applicazione di una tecnica; in particolare sviluppando le seguenti analisi tematiche:
- indagine fisiografica ;
- analisi storico-culturale ed ambientale ;
- analisi percettiva
La seconda fase coinvolge più da vicino il paesaggio urbano nocerese, individuato nelle sue diverse forme e articolazioni, i nuclei prevalentemente agricoli (le contrade) e i centri consolidati (il capoluogo e la marina), ed interpretato nelle sue componenti, i fattori costitutivi della struttura urbana, e sub-componenti

Gli obiettivi di indirizzo per il P.S.C.
L’obiettivo generale è la costruzione di uno scenario di partenza per il progetto urbanistico nel nuovo P.S.C. di Nocera Terinese che lo guidi ad intervenire sul territorio privilegiando la “qualità”; questa a sua volta privilegia la distribuzione, l’utilizzo razionale e fruibilità delle risorse , e si pone come obiettivi, la compatibilità e sostenibilità di usi ed interventi, e la costruzione o restituzione
dell’immagine territoriale ed urbana ; quindi ad:
- inventare il paesaggio che non esiste;
- riqualificare il paesaggio scadente;
- conservare il paesaggio dell’eredità storica con il quale il nuovo chiede un dialogo
Il primo obiettivo specifico che ci siamo posti, è la costruzione di un quadro di compatibilità delle modalità d’uso e trasformazione del territorio comunale che guidino il P.S.C. a:
- dare risposta ai livelli di vulnerabilità che scaturiscono dalla diagnosi paesaggistica attraverso politiche di conservazione e recupero;
- valorizzare le potenzialità ecosistemiche e ripristinare condizioni paesistiche alterate.
Il secondo, è la reiinterpretazione delle regole compositive e dell’identità del paesaggio urbano, con conseguente elaborazione di un quadro di ricomposizione urbanistica cruciale nell’indirizzare il P.S.C verso:
- un rafforzamento dell’identità del paesaggio urbano attraverso la valorizzazione del “sistema dei segni” che lo caratterizza,
- una ricomposizione del paesaggio urbano, seguendo regole di natura tecnica, funzionale, ambientale e formale valutate e selezionate secondo criteri, di efficienza economico-energetica, biologica e di valorizzazione estetica.
Il quadro di ricomposizione urbanistica, prospettando le regole a cui attenersi nell’assemblaggio dei fattori costitutivi della struttura urbana, darà al progetto urbanistico, attraverso il meccanismo innovativo della perequazione , la facoltà di ridisegnare la città senza nessun limite privatistico, ripristinando la “centralità” dello spazio pubblico e rafforzando l’identità del paesaggio urbano.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
3 Introduzione Oggi non si può fare pianificazione e progettazione urbanistica senza considerare il paesaggio, in quanto esso costituisce, l‟insieme degli elementi naturali ed antropici che insistono su un territorio, nonché la manifestazione di fenomeni che scaturiscono da questi e dalle loro interrelazioni. La dimostrazione di ciò è data dal fallimento dell‟urbanistica ad affrontare nel recente passato, se non tuttora, le istanze dei cittadini, a dare risoluzione concreta ai problemi ambientali e formali del territorio e delle città, ed a gestire le risorse in modo razionale ed integrato; appunto, solo l‟apporto e l‟integrazione di metodologie e saperi che appartengono ad altri campi disciplinari, come l‟ecologia, l‟antropologia culturale, la sociologia, l‟estetica, possono dare una svolta alla cultura del piano e della progettazione urbanistica, nell‟inquadrare il territorio ed intervenire su di esso con un approccio fondato, non più come prima sulla quantità, ma sulla qualità La “qualità” privilegia, la distribuzione, l‟utilizzo razionale e fruibilità delle risorse , si pone come obiettivi, la compatibilità e sostenibilità di usi ed interventi, e la costruzione o restituzione dell‟immagine territoriale ed urbana; “l‟immagine” secondo Kevin Lynch, ha a che fare con concetti come identità, struttura e significato. Le parole chiavi sono appunto queste, e solo un approccio di tipo paesaggistico al territorio e alla città, possono riportare la “qualità” come fondamento del progetto urbanistico, a qualsiasi scala esso si trovi ad operare. L‟evoluzione del concetto e significato di paesaggio, dalla visione estetizzante fino alla più moderna di natura ecologica, dei relativi metodi analitici e progettuali, assieme all‟adeguamento dei vecchi P.R.G. in Piani Strutturali, in base alle nuove leggi urbanistiche regionali, tra cui quella calabrese, ci ha fornito le basi per affrontare il nostro lavoro di tesi. Il percorso di costruzione del quadro conoscitivo che caratterizza il lavoro, è stato impostato volutamente e coerentemente rispetto a quanto detto, secondo un approccio paesaggistico, analizzando il territorio di Nocera Terinese attraverso una scomposizione e ricomposizione delle sue componenti,

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

sostenibilità
paesaggio
disegno urbano
identità
qualità ambientale
analisi percettiva
paesaggio urbano
progetto urbanistico
qualità formale
ricomposizione paesaggistica
piano strutturale comunale
ricomposizione urbanistica
compatibilità paesaggistica
immagine territoriale
componenti territoriali
immagine urbana
componenti urbane
indagine fisiografica
struttura urbana
approccio ecosistemico
quadro conoscitivo
rete ecologica-storico-culturale
qualità tecnico-funzionale
diagnosi paesaggistica

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi