Skip to content

VerdeNero: il noir sfida l'Ecomafia

Informazioni tesi

  Autore: Angelo Valenza
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2010-11
  Università: Università degli Studi di Bologna
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Lettere
  Relatore: Fulvio Pezzarossa
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 83

Nel mio lavoro ho analizzato la vicenda editoriale della collana VerdeNero di Edizioni Ambiente. Le domande che hanno animato la ricerca sono essenzialmente tre:
1. Quale humus culturale c'è dietro la scelta di Edizioni Ambiente di investire sul noir come vettore privilegiato per una campagna di sensibilizzazione sul fenomeno dell'ecomafia?
2. Per quale motivo i curatori della collana avvertono il bisogno di avviare un'iniziativa come «VerdeNero» per sensibilizzare il pubblico sui crimini legati all'ambiente?
3. A quali rischi va incontro un testo letterario, che oltre che intrattenere, vuole farsi carico di un compito cui tradizionalmente sono deputati altri media?

Per rispondere a queste domande abbiamo deciso, nel primo capitolo, di analizzare l'evoluzione del noir italiano contemporaneo, a partire dalla nascita, nei primi anni Novanta, intorno a tre aree geografiche diverse, di tre scuole che diedero forma a una maniera tutta italiana di accostarsi al romanzo nero. Ci si è occupati in seguito, in maniera schematica e generalizzata, della definizione di noir e del differente uso che in Italia si fa di questo termine rispetto alle tradizioni d'oltralpe e d'oltreoceano e delle principali differenze con il romanzo giallo. Un paragrafo, in particolare, è dedicato alla pretesa realistica del noir italiano, sostenuta da vari autori, tra i quali spicca l'ex-magistrato Giancarlo De Cataldo, che affida il proprio “manifesto” a due antologie sui crimini italiani pubblicate da Einaudi, di cui è curatore.

Nel secondo capitolo invece, attraverso le informazioni disponibili nel Rapporto, vengono presentati il fenomeno dell'ecomafia, le diverse tipologie di reato che lo compongono, la natura delle organizzazioni criminali e delle figure professionali, spesso al di sopra di ogni sospetto, che sono coinvolte nei crimini ambientali. Nella seconda parte del capitolo si entra nel vivo della nostra ricerca presentando Edizioni Ambiente e «VerdeNero».

Nel terzo capitolo, infine, attraverso l'analisi di due romanzi della collana si verifica se, e come, nei due casi specifici, il noir riesca a farsi carico dell'obiettivo dichiarato del progetto editoriale: si tratta non tanto di analizzare l'aderenza o meno delle opere alla galassia noir (nel primo capitolo avremo modo di vedere come la questione sia attraente quanto insidiosa) quanto di tentare di capire se gli autori riescano a fornire, all'interno della narrazione, le chiavi di lettura utili a decifrare la realtà che vogliono raccontare. Abbiamo scelto per tale scopo Fuoco! di Giancarlo De Cataldo e Il candidato di Alfredo Colitto, i cui temi (rispettivamente gli incendi dolosi e la macellazione clandestina) non sono immediatamente riconducibili alla criminalità ambientale.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
INTRODUZIONE Nel 2007 Edizioni Ambiente, una casa editrice specializzata in pubblicazioni di carattere tecnico e sociologico sulla sostenibilità ambientale, decide di lanciarsi nel mercato narrativo con la creazione della collana «VerdeNero. Noir di Ecomafia»: l'obiettivo è quello di mettere in piedi una campagna di sensibilizzazione sul fenomeno dell'illegalità ambientale. La base di partenza del progetto è il Rapporto Ecomafia di Legambiente, annuario pubblicato dalla stessa casa editrice, che però, nella sua qualità di testo tecnico, risulta accessibile ai soli addetti ai lavori. Le informazioni che contiene, secondo i responsabili, sono troppo importanti per rimanere relegate all'ambito tecnico e meritano di essere raccontate. Il noir viene considerato lo strumento più efficace per raggiungere questo scopo: quello di una letteratura che sia fonte di intrattenimento, ma allo stesso tempo veicolo di informazione. Considerato come “paraletteratura”, “etichetta commerciale”, “lettura d'evasione” o “unico genere in grado di raccontare la realtà”, in quegli anni il noir italiano viveva un momento di grande successo: uscito da una condizione che per decenni lo aveva visto, agli occhi dei critici e del pubblico, subalterno alla letteratura con la “elle” maiuscola, contava su un pubblico affezionato, su titoli che occupavano per settimane i primi posti nelle classifiche di vendita, ed autori in grado di vendere centinaia di migliaia di copie. Alcuni scrittori, inoltre, rivendicavano al noir la capacità di raccontare la realtà, soprattutto i lati oscuri di essa, meglio di qualunque altro mezzo. Raccontare per informare: sembra questo il proposito che cementa il sodalizio tra l'iniziativa editoriale di Edizioni Ambiente e l'opera di alcuni protagonisti del noir italiano. Come se esistesse il bisogno di sopperire ad una mancanza di verità, come se ci fosse la necessità di colmare un vuoto di informazione. In questo breve lavoro ci siamo proposti di analizzare la vicenda di questa giovanissima collana editoriale, che, dopo solo quattro anni, vanta nel suo catalogo già oltre una ventina di opere a firma dei più grandi nomi del romanzo nero italiano contemporaneo. Le domande che animano la nostra ricerca sono essenzialmente tre: 1

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

legambiente
noir
fuoco
sociologia della letteratura
ecomafia
verdenero
pezzarossa
angelo valenza
de cataldo
colitto
il candidato
edizioni ambiente
nuovo noir italiano
incendi
macellazione clandestina
piromani
rapporto ecomafia

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi