Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Analisi del flusso sul modello di uno scafo di imbarcazione di medie dimensioni

Oggetto del lavoro di tesi è stato quello di valutare l’evoluzione del flusso attorno ad un modello di bulbo, fornito dagli autori del progetto.
In particolare il dominio di calcolo, realizzato in Gambit avrebbe dovuto contenere due profili di cui sopra per valutare l’interazione tra gli stessi. Peraltro, a poppavia del secondo, si doveva prevedere l’implementazione di un’elica, attraverso una simulazione della presenza della stessa, e quindi senza valutare il complesso flusso tridimensionale che si sviluppa tra i vani palari.

Mostra/Nascondi contenuto.
5 Prefazione Prefazione “Vuoi essere uno studente o solo un numero di matricola?” E‟ questo lo spot che giganteggia su diciotto metri quadri di cartellone pubblicitario, lungo la strada che porta dalla stazione al Politecnico di Bari. Se come me sei stato travolto negli ingranaggi del mondo accademico il messaggio è talmente poco delicato da starci quasi male. Io, però, ho la certezza d‟essere uno studente e non un numero di matricola. Devo, questo sentimento, al mio relatore, Giuseppe Pascazio, il quale s‟è adoperato per me perché nell‟assegnarmi il presente lavoro di tesi s‟è ricordato quali fossero i miei interessi, nell‟ambito della navigazione marittima. Quest‟aspetto, che esula totalmente da quello più „nozionistico‟ della mia carriera universitaria, fa riscoprire un‟umanità e un‟attenzione inaspettata che mi rende non solo grato ma debitore, se mai un giorno avessi la possibilità di ripagare. A conclusione di tre anni di studio, dopo molti esami fatti è necessario pagare il conto; un conto fatto non solo di tasse e burocrazia, infinita, ma anche di giusti, doverosi e sentiti ringraziamenti. Un conto che, come punto d‟arrivo e di ripartenza, fa davvero piacere pagare. Ringraziamenti che vanno al Prof. Pascazio e all‟Ing. Giovanni Caramia che, aiutandomi nella fase sperimentale del mio lavoro di tesi, hanno consentito che lo sprint finale, forse il più importante, andasse a buon fine. Dietro le quinte ci sono l‟esperto G. Bergamini, il Prof G. Demelio, l‟Ing. M. Iamele, l‟Ing. L. Nettis, l‟Ing. G. Campa, che hanno realizzato l‟avveniristico progetto, materia prima dalla quale prende forma il mio lavoro di tesi. Devo inoltre assolutamente citare le maestre Pasqualina e Mariapia, il prof. Triggiani, la prof.ssa Ciccolella, la prof.ssa Albergo, il prof. Di Cosola e poi il prof. Zaccaro, il prof. Mongiello ed il prof. Dragone. Son questi uomini e donne che svolgono onestamente il loro lavoro, ben al di sopra della media, per uno stipendio che forse non giustifica il loro grande impegno ma che fa di loro uomini e donne d‟un certo calibro e spessore. Devo ringraziare loro se un giorno riuscirò a diventare un professionista intellettualmente onesto. Recitavano in un „famoso‟ film che si può comprendere chi si è veramente, dalle persone delle quali ci si circonda. V‟è, dunque, una ragazza con cui c‟è feeling Serena Minervini che ne

Laurea liv.I

Facoltà: Ingegneria

Autore: Sergio Spezzacatena Contatta »

Composta da 61 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 302 click dal 27/10/2011.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.