Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Analisi della volatilità: un confronto interpretativo di differenti modelli appartenenti alla classe ARCH

Analisi della volatilità nelle serie storiche finanziarie effettuata attraverso il confronto e l'interpretazione di vari modelli GARCH (Bollerslev 1986). Test dell'asimmetria nelle serie storiche finanziarie.

Il tema della ricerca da me svolta è incentrato sull’analisi della volatilità.
Per far ciò è stato analizzato l’andamento della volatilità di diverse serie storiche finanziarie e a queste sono state apportati vari strumenti in grado di catturare tale movimento.
Gli strumenti cui si è fatto riferimento sono i modelli GARCH (Generalized Autoregressive Conditional Heteroskedasticity) di Bollerslev (1986).
Più precisamente, l’obiettivo di questa ricerca è stato proprio quello di riportare i risultati empirici prodotti dai vari modelli GARCH esistenti, per le varie attività analizzate e di interpretarli e confrontarli per vedere quali tra questi processi risulta il più adeguato a quantificare il possibile valore assunto dalla volatilità nel tempo, dato che questo, specie per le serie storiche finanziarie, non risulta mai costante.
Prima di passare alla parte pratica sono stati elaborati 2 capitoli che trattano della teoria e dei vari studi che stanno dietro questi modelli.
Per cui nel primo capitolo, sono stati analizzati vari processi stocastici, con tale termine si vuole indicare il possibile processo che può seguire una variabile casuale all’interno di una popolazione finita e quindi di un campionamento di dati.
Nel secondo capitolo si è passato alla rassegna dei vari processi stocastici che può seguire la varianza di una determinata variabile casuale e quindi sono stati rappresentati vari modelli in grado di rappresentare una funzione quadratica per la variabile esaminata.
Si è rappresentato prima di tutto la teoria inerente ai processi ARCH (Engle 1982), dopodicchè sono stati analizzati singolarmente i vari processi GARCH che rappresentano una categoria generalizzata dei primi.
Infine nel terzo capitolo si è passato al calcolo di tali modelli sulle serie storiche finanziarie oggetto della tesi.
I parametri stimati per tali modelli sono stati calcolati attraverso l’utilizzo di un determinato software econometrico, ovvero Eviews.
Le conclusioni e le statistiche descrittive di tali modelli sono riportate in dettaglio nel capitolo 3.

Mostra/Nascondi contenuto.
Premessa Il tema della ricerca da me svolta è incentrato sull’analisi della volatilità. Per far ciò è stato analizzato l’andamento della volatilità di diverse serie storiche finanziarie e a queste sono state apportati vari strumenti in grado di catturare tale movimento. Gli strumenti cui si è fatto riferimento sono i modelli GARCH (Generalized Autoregressive Conditional Heteroskedasticity) di Bollerslev (1986). Più precisamente, l’obiettivo di questa ricerca è stato proprio quello di riportare i risultati empirici prodotti dai vari modelli GARCH esistenti, per le varie attività analizzate e di interpretarli e confrontarli per vedere quali tra questi processi risulta il più adeguato a quantificare il possibile valore assunto dalla volatilità nel tempo, dato che questo, specie per le serie storiche finanziarie, non risulta mai costante. Prima di passare alla parte pratica sono stati elaborati 2 capitoli che trattano della teoria e dei vari studi che stanno dietro questi modelli. Per cui nel primo capitolo, sono stati analizzati vari processi stocastici, con tale termine si vuole indicare il possibile processo che può seguire una variabile casuale all’interno di una popolazione finita e quindi di un campionamento di dati. Nel secondo capitolo si è passato alla rassegna dei vari processi stocastici che può seguire la varianza di una determinata variabile casuale e quindi sono stati rappresentati vari modelli in grado di rappresentare una funzione quadratica per la variabile esaminata. Si è rappresentato prima di tutto la teoria inerente ai processi ARCH (Engle 1982), dopodicchè sono stati analizzati singolarmente i vari processi GARCH che rappresentano una categoria generalizzata dei primi. Infine nel terzo capitolo si è passato al calcolo di tali modelli sulle serie storiche finanziarie oggetto della tesi. I parametri stimati per tali modelli sono stati calcolati attraverso l’utilizzo di un determinato software econometrico, ovvero Eviews. Le conclusioni e le statistiche descrittive di tali modelli sono riportate in dettaglio nel capitolo 3.

Tesi di Laurea Magistrale

Facoltà: Economia

Autore: Gennaro De Sio Contatta »

Composta da 133 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3474 click dal 02/12/2011.

 

Consultata integralmente 3 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.