Skip to content

Telerilevamento delle variazioni forestali in un'area dell'Appennino

Informazioni tesi

  Autore: Davide Rondini
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2008-09
  Università: Università degli Studi di Bologna
  Facoltà: Agraria
  Corso: Scienze e tecnologie agrarie, agroalimentari e forestali
  Relatore: Federico Magnani
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 69

L’obiettivo di questa tesi è di valutare qual’é il miglior metodo per monitorare i cambiamenti avvenuti in bosco in un'area dell'Appennino tra:
• Il confronto tra le classificazioni delle specie dominanti in bosco effettuate attraverso immagini satellitari degli anni 1985-1987 e 2007-08;
• le variazioni dell’NDVI tra le immagini satellitari dei vari anni;
• il confronto delle bande del vicino infrarosso normalizzate, sempre da immagini satellitari, con il metodo Ir-MAD
L’area utilizzata per lo studio è situata sull’Appennino tra le province di Modena e Bologna ed ha una superficie di 108412 ha (di cui aree forestali 32243 ha). Per realizzare questo studio sono state utilizzate diverse immagini del satellite LANDSAT 5 TM acquisiste tra il 1987 ed il 2008 e diverse ortofoto realizzate tra il 1976 ed il 2008.
Dei tre metodi analizzati la classificazione delle immagini satellitari ha dato risultati non soddisfacenti in quanto non permettere la distinzione tra i boschi di querce, carpino nero e castagno per via delle firme spettrali non separabili. Il confronto tra NDVI calcolato su immagini satellitari del 1987, 1993 e 2008 ha messo in risalto i cambiamenti, sia di crescita che di calo, della copertura vegetale. Il confronto tra le bande del vicino infrarosso normalizzate ha blandamente evidenziato le aree soggette ad aumento della copertura vegetale ma non ha evidenziato le aree di calo della copertura naturale. In conclusione, visti i risultati, il metodo del confronto tra NDVI ha dato i risultati migliori.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
1 Introduzione Il telerilevamento (in inglese remote sensing), nella sua accezione piø ampia, consiste in misure effettuate a distanza, sia che il sensore sia situato lontano dal punto da misurare, sia che la misura venga trasmessa lontano dal punto in cui viene effettuata (Ascani et al., 1984). Nell'uso comune generalmente si intende come telerilevamento il rilevamento via aereo o satellite, l'elaborazione dei dati acquisiti e trasmessi a terra da un qualsiasi vettore aereo o spaziale (Bagnaresi e Vianello, 1995); quest'ultima definizione risulta però poco rigorosa in quanto anche un'immagine fotografica, essendo ripresa da lontano, può considerarsi “telerilevata”. Una definizione piø precisa è quella di Brivio (Brivio et al., 2006), secondo cui il termine telerilevamento è usato per indicare una disciplina scientifica che permette di ricavare informazioni, qualitative e quantitative, su soggetti posti a distanza. Le informazioni, una volta rilevate dal sensore, vengono inviate a terra per essere successivamente elaborate ed interpretate. L'inizio del telerilevamento è storicamente collocabile con la nascita della fotografia, verso la fine degli anni '20 (Brivio et al., 1992; Ascani et al., 1984) ed ha avuto la sua evoluzione grazie alla scoperta dell'esistenza di radiazioni invisibili all'occhio umano, quali l'infrarosso e le microonde (Brivio et al., 1992). Il successivo passaggio per l'evoluzione di questa disciplina ha visto l'introduzione di nuovi tipi di pellicole, in grado di registrare l'emissione di queste lunghezze d'onda. Un ulteriore stimolo a questa disciplina si è avuto nel periodo della Seconda Guerra Mondiale per esigenze belliche. Il successivo periodo di Guerra Fredda, in cui le potenze Usa e Urss si sono contrapposte anche nella corsa allo spazio, ha dato un grande impulso nello sviluppo delle tecniche di telerilevamento. Sul finire degli anni sessanta, a causa della necessità di conoscere meglio l'ambiente per un adeguato sfruttamento delle risorse sia rinnovabili che non, la NASA ha istituito il programma “Earth 3

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

telerilevamento
gis
landsat
variazioni forestali
selvicoltura
ecologia forestale
ndvi
copertura forestale

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi